Home Manifestazioni Gliaca di Piraino – Premiazione premio letterario “La Capannina”

Gliaca di Piraino – Premiazione premio letterario “La Capannina”

1,015

Si è svolta il 25 agosto in piazza Quasimodo a Gliaca di Piraino la cerimonia della premiazione dei vincitori della terza edizione del premio nazionale letterario “La Capannina”.

– Servizio di Cristina Miragliotta – Riprese del 25 agosto 2014 –

Per la sezione romanzo inedito il riconoscimento è andato al volume “I Racconti di Nonno Ros – Elogio della fantasia” di Mimmo Mòllica; per racconto breve la giuria ha premiato la scrittrice Maria Natalia Iriti di Bova Marina (Reggio C.) per l’opera “I need you”; per la sezione epistola a tema libero il riconoscimento è andato al dott. Armando Piscioneri, medico di origini calabresi ma residente a Piraino, con l’opera “Piccola Luna”, lettera a una ragazza del Sud. Per decisione unanime della giuria non è stato assegnato il premio per la silloge poetica.

Ė stato assegnato, invece, fuori concorso, un premio per “Il giardino dei Melograni” una raccolta di poesie già edita dell’arch. Pierluigi Gammeri. I promotori del Premio Nazionale Letterario “La Capannina”, giunto alla terza edizione con il patrocinio del comune di Piraino, che sono l’arch. Pierluigi Gammeri per l’associazione Sak Be, l’editore Armenio, il titolare del Caffè Letterario “La Capannina” (da cui il premio prende il nome), Antonio Faranda, e l’ideatore e curatore dell’evento culturale, prof. Riccardo Ferlazzo, nel corso della cerimonia di premiazione hanno lanciato un appello perché la casa natale di Leonardo Sciascia non finisca in mano a privati, ma venga acquisita al patrimonio pubblico: i parenti dello scrittore e la Fondazione Sciascia non hanno – infatti – i mezzi necessari per acquisirla.

Ospiti d’onore della manifestazione la cantante Nadia Impalà e il maestro Eugenio Favano che hanno eseguito vari brani.

E’ stato ricordato Leonardo Sciascia a distanza di 35 anni da quando presentò presso la libreria Adelasia di Patti, creata e diretta dai due mecenati, i coniugi Mellina – Noto, l’opera “Dalla parte degli infedeli”, con la quale narrava la vicenda “politica – religiosa” del vescovo di Patti, mons. Ficarra, tacciato d’essere troppo dalla parte del popolo, degli umili e dei diseredati. Leonardo Sciascia ne prese le difese e volle essere presente quando il volume fu presentato ai pattesi; in quell’occasione ebbe a dire: “E’ da ben 12 anni che non mi reco alle presentazioni dei miei libri, ma mons. Ficarra se lo merita ed eccomi qua”.

E’ stato – altresì – ricordato il poeta, scrittore, umorista e attore, Renzino Barbera, palermitano ‘trapiantato’ a Taormina, venuto a mancare cinque anni fa, del quale Mimmo Mòllica ha recitato La Scaffa e Cerda ‘na vota.

Gliaca di Piraino – Premiazione premio letterario “La Capannina” ultima modifica: 2014-08-27T11:27:02+02:00 da CanaleSicilia