Home Politica Gioiosa Marea – Puntuale e precisa la risposta del Presidente del Consiglio Gabriele Buttò al “poco attento” gruppo di minoranza

Gioiosa Marea – Puntuale e precisa la risposta del Presidente del Consiglio Gabriele Buttò al “poco attento” gruppo di minoranza

515

Comune di Gioiosa Marea

Comune di Gioiosa Marea
Provincia di Messina

 

UFFICIO DELLA PRESIDENZA

Prot. n. 8875 del 23/06/2014

Al Capogruppo di Minoroanza
del gruppo Consiliare “Uniti per Gioiosa”

ADAMO Maurizio C.

 

In riferimento alla nota prot. n. 8755 del 20.06.2014 a firma del gruppo consiliare di minoranza “Uniti per Gioiosa”, con la quale si chiede al Presidente del Consiglio il perché non sia stato convocato il Consiglio Comunale, e al tempo stesso, si invita a convocarlo con rapidità, si rappresenta e si chiarisce quanto di seguito:

preliminarmente si contesta l’ipotesi di un mio inadempimento rispetto ad un obbligo imposto al Presidente del Consiglio Comunale dal regolamento per il funzionamento del Consiglio poiché i termini di cui all’art. 20 di detto regolamento sono da considerarsi sicuramente ordinatori e non perentori.

Ciò si desume dall’interpretazione sistematica e complessiva della normativa attualmente vigente.

Quanto sopra trova puntuale riferimento all’art. 20 della L. R. n. 7/92, vigente in Sicilia, senza necessità di ricorrere all’art. 39 secondo comma del D.Lgs. n. 267/2000;

Ed invero, come più volte ho avuto modo di spiegare all’attento capogruppo di minoranza, anche in sede di conferenza dei capigruppo, l’interpretazione di una norma deve avvenire utilizzando non soltanto il dato letterale del singolo articolo preso in considerazione, estrapolato dal contesto generale, ma anche e soprattutto utilizzando il criterio sistematico, cioè vale a dire cogliere il senso o la ratio legis della norma dall’insieme delle norme che regolano la materia che qui ci occupa.

Se foste stati un po’ più attenti, avreste interpretato la norma da voi citata anche in rapporto all’art. 13, secondo comma, del regolamento che, con riferimento specifico alle mozioni presentate dai consiglieri, testualmente recita: “Le mozioni devono essere presentate, per iscritto, al Presidente del Consiglio che le iscriverà all’ordine del giorno della prima adunanza del Consiglio che sarà convocata dopo la loro presentazione e comunicate dal Presidente al Sindaco”.

Dalla lettura del predetto comma emerge con chiarezza che, comunque, sulle mozioni è il Presidente a decidere e, pertanto, la discussione di una mozione non può essere accompagnata da una richiesta di convocazione del Consiglio Comunale per trattare la singola mozione;

Paradossalmente, se fosse giusta l’interpretazione da voi avanzata, basterebbe presentare una mozione al giorno per avere, a regime, sedute consiliari con cadenza settimanale, magari con un solo punto da discutere.

A tal proposito è doveroso da parte mia ricordarVi che, in una seduta consiliare, il Capogruppo Adamo ebbe a contestare al sottoscritto l’eccessività dei punti iscritti all’ordine del giorno che di fatto impedivano allo stesso di prepararsi adeguatamente….

Successivamente, con un intervento di segno diametralmente opposto, proprio in occasione di una recente seduta consiliare, sempre il gruppo di minoranza, di cui è Capogruppo il dr. Adamo, ebbe a lamentarsi del fatto che il Presidente non poteva convocare il consiglio Comunale con sole due proposte da discutere, una delle quali, tra l’altro, era stata proprio dal predetto gruppo presentata, perché ciò rappresentava per i contribuenti una sorta di sperpero di denaro pubblico.

Ritenendo fondata questa Vostra ultima eccezione, e dunque ritenendola meritevole di accoglimento, ho evitato di convocare il Consiglio Comunale per discutere soltanto due o tre punti (questo era il numero di proposte agli atti) che, nonostante l’importanza sottesa agli stessi, non presentavano i caratteri dell’urgenza e dell’indifferibilità.

Alla luce di quanto sopra esposto, credo sia di lapalissiana evidenza che nessuna forma di inadempimento e/o rimprovero può essermi mosso, considerato altresì che già venerdì 20 giugno u.s. ho ufficialmente convocato la Conferenza dei capigruppo per fissare la data del prossimo Consiglio Comunale, avendo acquisito agli atti la proposta di deliberazione afferente l’approvazione del conto consuntivo che, per il civico consesso, rappresenta un ineludibile obbligo di legge.

Sperando in una fattiva e leale collaborazione del Gruppo “Uniti per Gioiosa” porgo

Distinti Saluti.

Gioiosa Marea li 23.06.2014

Il Presidente del C.C.
F.to dr. Gabriele BUTTO’

Gioiosa Marea – Puntuale e precisa la risposta del Presidente del Consiglio Gabriele Buttò al “poco attento” gruppo di minoranza ultima modifica: 2014-06-23T14:33:48+02:00 da CanaleSicilia