Home Attualità A Gela la seconda tappa tour italiano #CampionidiVita

A Gela la seconda tappa tour italiano #CampionidiVita

623

CampioniDiVita GelaA Gela la seconda tappa tour italiano #CAMPIONIdiVITA promosso da  AP Communication insieme ad Eni e in collaborazione con la FISPES, per sensibilizzare gli studenti delle scuole superiori di tutta Italia ai valori educativi legati allo sport.

Due atleti paralimpici, ONEY TAPIA e MONICA CONTRAFATTO insieme ad ANDREA LUCCHETTA, i protagonisti di un evento dedicato ai giovani, che girerà l’Italia e che oggi fa tappa a Gela.

Obiettivo dell’iniziativa è far comprendere come la diversità possa trasformarsi da limite a potenzialità, grazie a valori e a motivazioni che superano il talento e rendono qualunque vittoria un po’ più “speciale”.

Nel prestigioso e suggestivo Teatro Eschilo di Gela ha avuto luogo un importante evento dedicato alla promozione dello sport come valore di vita abilitante. #CAMPIONIdiVITA, promosso da AP Communication insieme ad Eni , in collaborazione con la FISPES – Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali – ha visto coinvolti da una parte 200 ragazzi delle scuole superiori della città siciliana e dall’altra tre grandi atleti di caratura mondiale: ONEY TAPIA – argento alle Paralimpiadi di Rio 2016 nel lancio del disco per non vedenti –, MONICA CONTRAFATTO– argento sui 100 metri categoria amputati ai Mondiali di Londra 2017, e bronzo a Rio 2016 – e ANDREA LUCCHETTA, campione del mondo con la Nazionale di Volley ribattezzata “Generazione di Fenomeni”.

CampioniDiVita GelaLa parola chiave di questo evento è lo SPORT, inteso non come competizione bensì come valore educativo: come messaggio verso le nuove generazioni di rispetto delle regole e delle diversità, di integrazione, di aggregazione, di fiducia, di passione, di speranza e di sensibilizzazione sui temi della disabilità attraverso la testimonianza di sportivi che, attraverso l’atletica paralimpica, hanno riscritto la loro storia di vita trasformando in positivo le avversità.

Eni è partner dell’iniziativa #CAMPIONIdiVITA, un progetto di forte impatto emotivo, mirato a sensibilizzare i ragazzi delle scuole superiori sui valori positivi dello sport come integrazione, aggregazione, fiducia nei giovani, rispetto delle regole, passione, gioco di squadra. L’iniziativa coinvolgerà complessivamente circa 1500 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni e dopo Ravenna e Gela, farà tappa il 25 gennaio 2018 a Livorno.

L’iniziativa è coerente con i valori di Eni che considera lo sport linguaggio universale che unisce le persone e uno straordinario veicolo di educazione per formare i giovani a uno stile di vita sano e al rispetto delle regole. Attraverso il racconto delle straordinarie esperienze di atleti paralimpici, infatti, i ragazzi partecipanti avranno un esempio concreto di come le condizioni avverse e gli ostacoli possano essere superati attraverso la passione per la pratica sportiva.

CampioniDiVita GelaL’esperienza e il contatto con i Campioni dello Sport Paralimpico, esempio illuminante di come la diversità possa trasformarsi da limite a potenzialità, ha aiutato gli studenti di Gela a comprendere, anche grazie alla brillante regia di uno scatenato Andrea Lucchetta, cosa serve veramente per vincere e avere successo: il talento da solo non sempre è sufficiente per raggiungere quelle vittore che vanno oltre una medaglia o un trofeo: sono vere e proprie rinascite.

Oney e Monica, incalzati dalle domande di Andrea, nella doppia veste di Atleta e Moderatore, e dalla partecipazione attiva dei giovani presenti o connessi in diretta tramite i social network, hanno raccontato le loro storie di vita, mostrando emozione e orgoglio, non soltanto per i risultati ottenuti, ma per la motivazione e i valori che hanno contraddistinto da sempre le loro personalità, prima ancora di scoprire un talento e una passione sportiva.

“Qualunque sia la disciplina che, per passione o per predisposizione, si sceglie, rappresenta un valore se oltre a viverla e a praticarla, si riesce a raccontarla – spiega Andrea Lucchetta – l’animazione sportiva, fatta in palestra, dentro un campo da gioco, un palazzetto o un teatro come avviene oggi in questa meravigliosa atmosfera – rappresenta infatti il punto di contatto più rapido e coinvolgente per trasmettere ai giovani  i veri valori che conducono al conseguimento dell’obiettivo e non necessariamente alla vittoria, ossia la determinazione, la passione, il rispetto per la propria vita e per quella degli altri, e il senso d’integrazione e solidarietà. Parole che devono mantenere un significato profondo, dentro e fuori la competizione sportiva, perché la vera vittoria è raggiungere un obiettivo non per forza vincere”.

CampioniDiVita Gela“L’attività sportiva – dice Oney Tapia – mi ha sempre aiutato a sentirmi più in equilibrio, ad essere più forte e più autonomo in ogni cosa che mi trovo ad affrontare. Dopo l’incidente che mi ha fatto perdere la vista, non volevo rassegnarmi e volevo continuare a vivere una vita piena. L’opportunità l’ho ricevuta dalla mia passione di sempre, lo sport, da cui ho ereditato la grinta che oggi mi fa sopravvivere nella quotidianità. Ogni persona, se ce la mette tutta, scopre di essere capace di cose che stupiscono lei per prima: con la forza di volontà, con l’ottimismo si arriva dappertutto. Ognuno di noi ha questa forza dentro, bisogna solo tirarla fuori.”

“Lo sport mi ha aiutato molto a livello psicologico, – racconta Monica Contrafatto – mi ha fatto superare ostacoli emotivi impensabili ed ancora oggi è uno strumento di grande utilità per relazionarmi con chi vede nella disabilità una specie di limite. La disabilità va oltre un arto amputato o un problema di natura fisica; con l’attività sportiva essa diventa un messaggio aperto di integrazione verso chi non ha coraggio di affrontare le avversità o ha paura di conoscere il diverso. Lo sport è benessere fisico e soprattutto mentale; se io senza gamba posso farcela, perché non dovrebbero farcela tutti gli altri? Lo sport è vita e sofferenza. Prendendo in prestito le parole di Pietro Mennea, ‘la fatica non è mai sprecata: soffri ma sogni’.

Appuntamento il 25 Gennaio 2018 a Livorno – Cineteatro I Quattro Mori.

A Gela la seconda tappa tour italiano #CampionidiVita ultima modifica: 2018-01-18T15:10:31+01:00 da CanaleSicilia