Home Politica Gaetano Scaffidi: “Fate chiarezza come ho fatto io con carte alla mano”

Gaetano Scaffidi: “Fate chiarezza come ho fatto io con carte alla mano”

631

Gaetano Scaffidi Lallaro

Riceviamo e pubblichiamo

Non avrei voluto parlare di questo argomento, che non solo riapre in me ferite e dolori personali, ma che attiene alla mia sfera privata più intima e profonda, ma purtroppo i toni di questa campagna elettorale non conoscono oramai limiti alla vergogna ed alla indecenza ed il sottoscritto non può permettere che il proprio nome venga, neppure lontanamente, accomunato alle gesta di quei ladri, truffatori e disonesti che hanno saccheggiato il nostro Comune.

Tutto nasce dal comizio tenuto l’altra sera dalla lista CambiaMenti e dalle accuse lanciate al sottoscritto dal candidato a sindaco Basilio Scaffidi, il quale senza alcuna vergogna e senso del pudore ha insinuato che il sottoscritto abbia percepito un pagamento/rimborso somme di 1.500 euro di provenienza non chiara, e mi invitava quindi a dare spiegazioni in merito.

Servizio in autogestione di Gaetano Scaffidi Lallaro

Tutti i dettagli, la documentazione e altro in questo servizio

 

Ebbene, fino ad oggi ho sempre evitato di rispondere alle innumerevoli e ridicole accuse ed alle insinuazioni del signor Basilio Scaffidi, ma questa volta, essendo l’accusa gravissima ed assolutamente falsa ed infamante, mi sento in dovere di chiarire quanto segue:

Il sottoscritto nel dicembre 2010 , a seguito di un lutto familiare , faceva richiesta al Comune di Brolo per ottenere la concessione di un terreno nell’area cimiteriale.

Successivamente il 15.03.2012 il sottoscritto effettuava , come da accordi con gli uffici preposti, un versamento di € 2.402.00 per N. 2 loculi cimiteriali. (documento allegato alla presente)

Il 26.07.2012, quattro mesi dopo, venivo contattato dalla responsabile delle pratiche cimiteriali del Comune, Dott.ssa Adriana Gaglio, la quale mi informava, scusandosi, che per un mero errore dell’ufficio mi era stata fatta versare una somma non corrispondente a quanto dovuto e cioè avevo versato appunto € 2.402,00 (prezzo di due loculi) invece dei € 935.00 previsti come tariffa per l’acquisto di quella porzione di terreno cimiteriale.

La stessa Dott.sa Gaglio mi faceva inoltre trovare già pronta una lettera di rimborso (che allego) da presentare all’ufficio Ragioneria del Comune per ottenere appunto la RESTITUZIONE di quanto da me in eccedenza versato e per l’esattezza € 1.467,00.

Lettera che ho firmato e depositato al protocollo del Comune, ottenendo, circa 4 giorni dopo, il rimborso di quanto dovuto.
Ed ecco la storia di quel famoso pagamento di 1500 € che altro non erano che la RESTITUZIONE dei MIEI soldi versati in eccedenza al Comune di Brolo.

Episodio che dimostra ancora una volta, se mai ve ne fosse bisogno, come il signor Basilio Scaffidi riferisce volutamente fatti non veri, mistificando miseramente determinate circostanze al solo fine di tentare di screditare la mia persona.

Strategia della disperazione quest’ultima, chiaramente studiata dal suo “bugiardo” uccellino suggeritore.

p.s. allego alla presente anche l’estratto conto del Comune in riferimento alla mia specifica posizione, dal quale tutti i cittadini di Brolo possono chiaramente e limpidamente verificare come il sottoscritto abbia percepito in questi 7 anni da consigliere comunale soltanto la liquidazione dei gettoni di presenza, quantificabili in un totale di € 1.443,00, con una media quindi di 206 euro all’anno!!!!

Estratto Gaetano Scaffidi Lallaro

Non un euro in più di quanto mi spettava e nulla a che vedere con le vergognose somme indebitamente percepite da molti ex nostri amministratori.

Gaetano Scaffidi Lallaro

 

Gaetano Scaffidi: “Fate chiarezza come ho fatto io con carte alla mano” ultima modifica: 2014-05-15T18:11:34+02:00 da CanaleSicilia