Home Politica Gaetano Gennaro – Un invito alla cittadinanza, un’esortazione per Messina

Gaetano Gennaro – Un invito alla cittadinanza, un’esortazione per Messina

884

Gaetano GennaroUn invito alla cittadinanza, un’esortazione per Messina. Questo lo spirito che ha guidato il consigliere comunale del PD Gaetano Gennaro ed il regista messinese Nicola Calì nella realizzazione comune di un progetto, che verrà presentato mercoledì 22 maggio, alle ore 10:30, presso la Sala Consiliare di Palazzo Zanca, dedicato agli elettori messinesi chiamati in causa per le, ormai imminenti, amministrative del 9 e 10 giugno. “Vota bene Messina, vota per il bene di Messina” è il doppio slogan rivolto ai cittadini per sensibilizzarli a riprendere in mano le redini del loro destino, in un momento di congiuntura particolarmente sfavorevole per la città che, cadendo ancora in cattive mani, rischierebbe seriamente di non riuscire più a risollevarsi.

Lo spot, ideato da Gennaro e realizzato da Calì, riprende quattro tematiche di particolare rilevanza come parametro nella stima della vivibilità di una città: l’infanzia e la condizione delle famiglie, il ricatto morale a cui i giovani laureati spesso sono costretti a cedere dovendo scegliere fra la loro terra e un lavoro, i servizi, spesso carenti soprattutto per le fasce più deboli della popolazione come gli anziani e i disabili e, infine, le aziende impegnate in una dura lotta alla crisi che di frequente le vede soccombere. Una campagna per il voto utile, quella imbastita da Gennaro e Calì, da sempre impegnati, ciascuno con la propria attività, al servizio di Messina, per ricordare ai messinesi che sono ancora cittadini con dei diritti, e che il loro voto, in tempi di democrazia è l’unica arma nelle loro mani utile a difendersi.

“Scegliete di scegliere – sono le parole con le quali Gennaro esorta i concittadini – e non di farvi scegliere dal clientelismo, dalle false promesse, miraggio di un aiuto concreto che, se arriva, non è altro che un palliativo per un malato terminale sul letto di morte. Messina è in ginocchio ma non è ancora morta, e chi si definisce un vero cittadino lo dimostri adesso, anziché lamentarsi domani, quando sarà troppo tardi, di tutto ciò che non funziona”.

I quattro minispot, a cui hanno partecipato su base pienamente volontaria, donne e uomini messinesi in pieno accordo con l’idea che ha dato origine a questo progetto, mirano ad esprimere quindi una sana e forte “Resistenza attiva” alla passività che trascina l’animo remissivo di molti messinesi, che non vogliono o non riescono a guardare oltre il proprio naso, verso la loro città che decade nell’indifferenza generalizzata. Un “NO” urlato con convinzione in contrapposizione al comodo anonimato ed alle lamentele inconcludenti.

Amore per la città e rabbia nel vederla cedere sotto i colpi di amministratori incapaci e senza scrupoli sono anche i sentimenti che hanno spinto Nicola Calì ad aderire alla proposta di Gennaro. Il quarantenne regista e attore la cui fama ha varcato dal lontano 1997 i confini dello Stretto, anno del suo esordio alla regia, a Torino, con “Le farfalle nello stomaco”, si è distinto negli anni per aver messo la sua firma in calce a corti e lungometraggi per il cinema ed il teatro, del calibro di “Malacarne”, “L’infernale Litterio” o “Hieros”. Nel 2010 realizza “Unottobre”, documentario sull’alluvione di Giampilieri. Tra i lavori più recenti “La pelle del serpente” per il Teatro di Messina e il cameo come attore nel film “Amiche da morire” con Claudia Gerini, Sabrina Impacciatore e Cristiana Capotondi.

Gaetano Gennaro, invece, consigliere uscente al termine del suo terzo mandato consecutivo, ha già avuto modo, negli ultimi 10 anni, di dimostrare coi fatti questo suo modo quasi “integralista” di intendere la politica cittadina, difendendo le sue posizioni spesso “dissenzienti” sia dentro che fuori dal partito di appartenenza. Un Partito, quello Democratico, al cui interno Gennaro, che a margine della presentazione degli spot spiegherà i motivi che lo hanno spinto ancora una volta a tentare di dare il suo contributo nell’amministrare la città, ha sempre rappresentato una componente, davvero poco incline a logiche che esulino dalla politica pura, senza timori riverenziali di sorta.

Si tratta dello stesso spirito che ha mosso la realizzazione di questo progetto volto a indirizzare la scelta dei cittadini verso un voto utile, a chiunque sia rivolto, un voto consapevole e d’opinione, un voto di fiducia verso chi può davvero dare qualcosa a questa città. Messina ne ha bisogno.

Gaetano Gennaro – Un invito alla cittadinanza, un’esortazione per Messina ultima modifica: 2013-05-22T08:30:56+02:00 da CanaleSicilia