Home Attualità Il “falso problema” dei sacchetti bio

Il “falso problema” dei sacchetti bio

2,232

Sacchetti Biodegradabilidi Lorenzo Scaffidi C. – Scattato dal 1 gennaio 2018, l’obbligo dei sacchetti biodegradabili e compostabili per la frutta e verdura – ma anche i medicinali – è oggetto di una violenta polemica. Soprattutto sui social e con toni e distorsioni tipiche del mezzo.

Quella che è una scelta di grande valore per la filiera dei rifiuti e per lo sviluppo della economia sostenibile rischia di diventare un problema, a causa della strumentalizzazione politica che poggia sui dubbi dei poco informati rispetto alla consistenza del lavoro presente nel settore. Ebbene, tutti ci sentiamo ecologisti convinti (giustamente), siamo pronti a creare comitati contro qualsiasi rischio di messa in discussione dell’ecosistema (giustamente), pronti a denunciare spreco di risorse pubbliche per porre rimedi inefficaci rispetto ai danni ambientali (giustamente); poi però, di contro, fatichiamo ad accettare un provvedimento che va proprio in quella direzione. E poco importa se gas, luce, acqua, pedaggi autostradali e benzina, come sempre ogni inizio dell’anno, aumentano clamorosamente.. discutere dei sacchetti bio e delle invenzioni che gli italiani escogitano per non pagarli, non ha prezzo.

Ma ritornando ai sacchetti bio, è bene ricordare che tale provvedimento nasce da una normativa europea che l’Italia ha tardato, come sempre accade, a recepire, tesa a ridurre la presenza di plastiche tradizionali per usi nei quali queste possono essere sostituite con materiali compatibili con l’ambiente, che nel medio periodo ridurranno anche i costi che gravano sulla testa di tutti noi cittadini, per bonificare i danni ambientali prodotti dalle materie plastiche abbandonate. Per avere una idea di quanto questo sia necessario, è sufficiente leggere i report ambientali presenti in rete sui danni prodotti soprattutto nei nostri mari dalla plastica abbandonata, e anche dei sacchetti che finiscono più o meno erroneamente nei biodigestori della frazione organica dei nostri rifiuti o ancora nelle discariche, producendo percolato che tanto aggrava la nostra esistenza.

Il “falso problema” dei sacchetti bio ultima modifica: 2018-01-05T15:53:16+01:00 da CanaleSicilia