Home Manifestazioni A Fabrizio Fonte il premio letterarioĀ Ā«Magister VitaeĀ»

A Fabrizio Fonte il premio letterarioĀ Ā«Magister VitaeĀ»

1,800

Fabrizio FonteFabrizio Fonte, Presidente delĀ Ā«Centro Studi Dino GrammaticoĀ», ĆØ stato insignito del premio letterarioĀ Ā«Magister VitaeĀ», per lā€™impegno profuso in favore della cultura, della tradizione e della storia siciliana, con particolare riferimento al volume edito dalla Solfanelli Ā«Lā€™operazione Milazzo e la mafia – Lā€™inchiesta Merra la prima operazione antimafia nella Sicilia autonomaĀ». La manifestazione, giunta alla quinta edizione, si ĆØ tenuta presso la splendida cornice dellā€™El-Bahira Village di San Vito Lo Capo.

 

Ā«Non posso che ringraziare il Presidente del PremioĀ Antonio RuggirelloĀ e lā€™intera giuria – affermaĀ Fabrizio FonteĀ – per questo ulteriore apprezzamento, per un testo che continua a raccogliere lusinghieri giudizi in giro per la nostra Isola.

Lā€™insolita vicenda, infatti, legata allā€™Inchiesta Merra, consente al lettore di riavvolgere il filo della memoria fino al 1959 per arrivare alĀ primo Ā«Governo MilazzoĀ»Ā e allā€™operatoĀ dellā€™Assessore allā€™Agricoltura e Foreste,Dino GrammaticoĀ che promosse una commissione dā€™inchiesta per indagare su connivenze e connessioni tra il mondo dellā€™agricoltura e la mafia. Il lavoro, coordinato dal MagistratoĀ Pietro Merra, indirizzĆ² le indagini sullā€™ERAS, Ente per la Riforma Agraria Siciliana, e produsse in meno di tre mesi le prove della cattiva gestione da parte degli amministratori pubblici, che acquistavano i terreni a prezzi fuori mercato e della collusione con la mafia, che operava facilmente dallā€™interno dellā€™Ente grazie al sistema delle assunzioni a chiamata ā€œdirettaā€.

Lā€™Inchiesta MerraĀ – prosegue Fonte – ebbe un effetto dirompente sulla ā€œpax istituzionaleā€; portĆ² alla sostituzione del Presidente dellā€™ERASĀ e alla sospensione del Direttore Generale, innescĆ² inchieste su tutti iĀ Consorzi di BonificaĀ e portĆ² a varare le norme per il loro riordino e dellā€™ERASĀ stesso. Tuttavia, dopo un avvio vigoroso, contrassegnato dalla trasmissione degli atti alla Magistratura, il moto rallentĆ², politicamente e penalmente, per poi insabbiarsi del tutto. Il testo – concludeĀ Fabrizio FonteĀ –Ā strappa dallā€™oblio una pagina di storia siciliana che mostra una classe politica cosciente del proprio ruolo e del fatto che le finalitĆ  amministrative non erano (come non lo sono ai nostri giorni) conciliabili con quelle mafiose.

La scelta di opporsi concretamente al cancro mafioso fa dellā€™Inchiesta MerraĀ una vera e propriaĀ operazione antimafia, che ha la caratteristica ā€œstraordinariaā€ di essere stata condotta dalĀ Parlamento SicilianoĀ e non da forze diverse dalla PoliticaĀ».

A Fabrizio Fonte il premio letterarioĀ Ā«Magister VitaeĀ» ultima modifica: 2017-09-04T12:00:50+02:00 da CanaleSicilia