Home Attualità E’ morta Annarita Sidoti, campionessa di marcia e di vita

E’ morta Annarita Sidoti, campionessa di marcia e di vita

1,887

La marciatrice gioiosana, oro mondiale ed europeo, si è spenta oggi a soli 45 anni dopo una lunga malattia.

Un saluto alla campionessa Annarita Sidoti la ricordiamo in un servizio in occasione della manifestazione a Gioiosa Marea “Lo Sport unisce” del 12.05.2014

Il sindaco di Gioiosa Marea, Eduardo Spinella, ha proclamato il lutto cittadino.

I funerali avranno luogo giorno 22 maggio alle ore 16:00
nella Chiesa Spirito Santo in San Giorgio di Gioiosa Marea

 

E’ una giornata di dolore non solo per la comunità gioiosana ma l’atletica italiana. E’ morta Annarita Sidoti, la marciatrice siciliana campionessa europea e mondiale, arresasi, a soli 45 anni, a quel male che la tormentava già dal 2009. Madre di tre bambini, Annarita ha combattuto come una leonessa per tutto questo tempo, sempre con il sorriso, aggrappata alla vita in nome dei suoi figli, trovando infine anche la forza di raccontare pubblicamente la sua vicenda.

La Sidoti è stata una delle più grandi campionesse dell’atletica italiana, una delle più vincenti in assoluto: Campionessa europea a Spalato 1990, quando aveva solo 21 anni, centrò il bis continentale otto anni dopo, a Budapest 1998, non prima però di essere riuscita a vincere anche l’oro mondiale, sulla pista di Atene, nel 1997. E’ stata letteralmente una colonna della marcia in Italia (47 presenze in azzurro, tre partecipazioni olimpiche, sei mondiali), probabilmente penalizzata dall’allungarsi delle distanze dai 10km originari fino agli attuali 20km, distanza sulla quale firmò comunque un prestigioso 1h28:38. Con le compagne d’allenamento e di nazionale Elisabetta Perrone ed Erika Alfridi (ma poi anche con una giovanissima Elisa Rigaudo) compose un gruppo di valore fantastico, in quello che con ogni probabilità è stato il momento di maggior competitività della marcia italiana al femminile.

Ma non è questo il momento di pensare a tempi e medaglie: questo è il tempo del dolore. Al marito Pietro, ai piccoli Federico, Edoardo e Alberto, ai familiari, va l’abbraccio sentito e la vicinanza di tutta l’atletica italiana. Che piange, riunita e con sincero dolore, per la scomparsa di una campionessa e di una donna a dir poco straordinaria. Ciao, Annarita.

“Oggi è una giornata tristissima per l’atletica italiana – le parole del presidente FIDAL Alfio Giomi -. Le medaglie della Sidoti sono storia della nostro sport, ma in questo momento dobbiamo ricordare Annarita e quello che fino all’ultimo istante ha rappresentato come donna. La sua grinta, la sua tenacia e quel sorriso che le illuminava il volto sono entrati nel cuore di tutti. Ho avuto la fortuna di essere capo delegazione della squadra azzurra in occasione dei suoi successi a Spalato e Budapest e l’immagine di lei che sventola, piena di gioia, un’enorme bandiera tricolore è un ricordo che in questo momento mi emoziona profondamente”.

BIOGRAFIA

Nata a Gioiosa Marea (Messina) il 25 luglio 1969; 1.50x42kg. Allenatore: Salvatore Coletta. Presenze in nazionale: 47. Campionessa mondiale dei 10 km di marcia su pista nel 1997, due volte campionessa europea dei 10 km di marcia su strada (1990 e 1998).

Ha scelto la marcia sulla spinta di Carmela Aiello, sua insegnante di educazione fisica alle scuole medie. Poi ha speso quasi tutta la carriera con la Tyndaris Pattese, sempre seguita da vicino dal prof. Salvatore Coletta. Alla Sai è arrivata nel 2000. Grande specialista malgrado la sua piccola statura (1.50), ha rappresentato l’Italia in sei edizioni dei campionati Mondiali e in tre dei Giochi olimpici. Sui 10 chilometri, nei primi ha ottenuto una vittoria nel 1997 ad Atene (42:55.49 su pista); nei secondi, un settimo posto nel 1992 a Barcellona. Ai campionati Europei è stata presente in quattro edizioni con due vittorie, nel 1990 a Spalato (44:00) e nel 1998 a Budapest (42:49), e un secondo posto nel 1994 a Helsinki, sempre nei 10 chilometri. Ha detenuto il record italiano dei 5000 metri (pista) con 20:21.69 (Cesenatico, 1995). Meno a suo agio sulla distanza dei 20 chilometri, divenuta nel frattempo standard: qui il suo miglior tempo è stato di 1h28:38, nel 2000 a Eisenhüttenstadt. Vive a San Giorgio di Gioiosa Marea e si è cimentata in diverse esperienze, non ultime quella di Assessore allo Sport del suo Comune e quella di attrice in un film (“Le Complici” di Emanuela Piovano). Nel 2004 è diventata mamma di Federico.

VITTORIE
Titoli italiani: 10 (5km: 95, 10km: 91, 20km: 92-95-00-02, 3km indoor: 91-94-01-02)
Giochi Olimpici: 1992 (7/10km), 1996 (11/10km), 2000 (rit/20km)
Campionati Mondiali: 1991 (9/10km), 1993 (9/10km), 1995 (13/10km), 1997 (1/10km), 1999 (rit/20km), 2001 (8/20km)
Campionati Europei: 1990 (1/10km), 1994 (2/10km), 1998 (1/10km), 2002 (8/20km)
Campionati Mondiali indoor (3km): 1991 (squal), 1993 (6)
Campionati Europei indoor (3km): 1990 (3), 1992 (4), 1994 (1)
Campionati Mondiali juniores: 1988 (4/5km)
Campionati Europei juniores: 1987 (7/5km)
Giochi del Mediterraneo: 1997 (2/10km)
Universiadi: 1989 (5/5km), 1991 (3/10km), 1995 (1/10km), 1997 (3/10km)
Coppa del Mondo: 1989 (8/10km), 1991 (9/10km), 1993 (7/10km), 1995 (9/10km), 1997 (6/10km)
Coppa Europa: 1996 (1/10km), 1998 (rit/10km), 2000 (5/20km), 2001 (11/20km)

E’ morta Annarita Sidoti, campionessa di marcia e di vita ultima modifica: 2015-05-22T10:00:46+02:00 da CanaleSicilia