Home Attualità Depuratore sotto sequestro: ci sono le condizioni per chiedere il rimborso?

Depuratore sotto sequestro: ci sono le condizioni per chiedere il rimborso?

663

Sequestro Depuratore Gioiosa Mareadi Maria Cristina Miragliotta – Dopo la notizia del sequestro dei depuratori di Gioiosa Marea e San Giorgio, è giunta in redazione una comunicazione da parte di una associazione consumatori riguardo l’illegittimità del pagamento del canone di depurazione in caso di inattività, così come stabilito dalla sentenza n. 335/2008 della Corte di Cassazione e quindi la possibilità per i cittadini di esigere dei rimborsi.

Visto l’argomento di estrema importanza ed interesse, abbiamo ritenuto utile, prima della pubblicazione, chiedere ulteriori approfondimenti e spiegazioni agli uffici competenti del Comune di Gioiosa Marea e risulta che:

per quanto concerne il depuratore di Gioiosa Marea, pur essendo sotto controllo giudiziario è comunque funzionante ed attivo, mentre a San Giorgio, dove il depuratore non è mai entrato in funzione, il canone di depurazione, già dal 2008, non viene conteggiato in bolletta.

Pertanto alle condizioni attuali non sustirebbero gli estermi per avanzare alcuna richiesta di rimborso.

Depuratore sotto sequestro: ci sono le condizioni per chiedere il rimborso? ultima modifica: 2014-07-31T12:41:59+02:00 da CanaleSicilia