Home Politica Il Comune di Patti aderirà alla delibera sullo S.P.R.A.R. proposta dalla Prefettura

Il Comune di Patti aderirà alla delibera sullo S.P.R.A.R. proposta dalla Prefettura

824

Consiglio Patti

di Gabriele Villa – Il Comune di Patti aderirà alla delibera sulle Sprar proposta dalla Prefettura. Lo ha annunciato il sindaco Mauro Aquino al termine del consiglio comunale aperto svoltosi ieri per affrontare la questione legata alla gestione dell’emergenza migranti. La seduta del civico consesso era stata convocata per informare la popolazione sulle varie possibilità riguardanti l’adesione alla delibera delle Sprar e dare la possibilità a cittadini e rappresentanti delle varie associazioni di esprimere la propria opinione.

Nonostante il tema fosse particolarmente sentito, visto anche il dibattito, a volte acceso, che si è svolto nei giorni scorsi sui social network, ci si attendeva una maggiore partecipazione di cittadini. La gran parte delle persone, forse, vista la giornata particolarmente calda, ha, invece, preferito il mare all’aula consiliare di palazzo dell’Aquila. “Sono soddisfatto – ha detto il sindaco Mauro Aquino – della partecipazione al consiglio comunale. Non potevamo attenderci una presenza maggiore in questo periodo. Ho, comunque, avuto modo di ascoltare le persone in questi giorni e devo dire che c’è particolare consapevolezza riguardo la tematica in questione”.

Il dibattito consiliare si è aperto con l’intervento del sindaco che ha illustrato la situazione attuale e la necessità di decidere se aderire i meno alla delibera delle Sprar. “In base alle linee guida illustrate dalla Prefettura – ha detto il primo cittadino – l’eventuale adesione garantirebbe un’assegnazione di un numero di migranti non superiore a 2,5 per mille abitanti. In caso contrario, in situazioni di emergenza, potrebbero essere anche previsto un numero ben maggiore in presenza di disponibilità di posti sul territorio comunale, anche se al bando pubblicato dalla Prefettura non sono state presentate disponibilità sul territorio comunale pattese. Ma in futuro potrebbero anche emergere eventuali strutture adeguate da privati e pronte ad accogliere i migranti. Di fronte a questa situazione aderire allo Sprar è la scelta giusta da prendere sia per l’aspetto sociale di accoglienza dei migranti, sia per garantire la serenità delle nostra comunità. Comprendo le perplessità e le paure di una parte della città e della classe politica, ma si potrà lavorare assieme per la predisposizione del bando al fine di evitare possibili conseguenze spiacevoli. Valuteremo in questi giorni quale tipo di accoglienza porre in essere, se per richiedenti asilo politico o minori non accompagnati, od entrambi, e quindi procederemo di conseguenza”.

A seguire hanno preso la parola i consiglieri comunali. Dal dibattito sono emerse posizioni trasversali su chi è favorevole all’adesione e chi è contrario ad ospitare i migranti sul territorio pattese.

Infine è stata la volta dei cittadini, ma ci sono stati pochi interventi. In generale è stata espressa la preoccupazione per un possibile rischio inerente l’eventuale diffusione di malattie. Qualche voce ha evidenziato che potrebbero già esserci privati che stanno predisponendo strutture esistenti per ospitare i migranti.

Al di là del dibattito, la scelta dell’amministrazione era già nota da tempo, ed il consiglio comunale aperto più che per giungere ad una decisione condivisa è servito per informare la cittadinanza sulle scelte che il Governo cittadino attuerà. Infatti, come affermato dal sindaco, la prossima settimana la Giunta voterà la delibera di adesione allo Sprar. Del resto la scelta finale è una prerogativa dell’esecutivo e, come evidenziato dallo stesso Aquino, l’amministrazione si farà carico di oneri ed oneri derivanti da tale scelta.

Il Comune di Patti aderirà alla delibera sullo S.P.R.A.R. proposta dalla Prefettura ultima modifica: 2017-08-05T18:56:28+02:00 da CanaleSicilia