Home Politica Caro sindaco Caruso, “Ma mi faccia il piacere….”

Caro sindaco Caruso, “Ma mi faccia il piacere….”

784

Riceviamo e pubblichiamo

Basilio Caruso - Sindaco di Sant'Angelo di BroloCaro Sindaco, la sua tracotanza ha toccato limiti che nessun altro mai avrebbe sfiorato.

Continua ad offendere l’intelligenza dei Santangiolesi autoproclamandosi unico detentore della verità assoluta, dell’onestà intellettuale, della capacità amministrativa, sol perché lei è il primo cittadino.

Ostentare tranquillità sulle indagini che la Procura sta svolgendo, colpisce, ma lo fa ancor di più il fatto che affidamenti lavori gestiti ad uso e consumo proprio vengano sostituiti con inviti a pioggia alle imprese e subito dopo si trasformino in “manifestazione di interesse individuazione operatori economici da interpellare in caso di interventi somma urgenza…….” Non è che i vetri del suo “ Palazzo di vetro”, non erano poi così tanto trasparenti?

Intorbidire ancor più le acque ed etichettare la Minoranza come bugiarda, incapace e populista, accusandola persino, di “inciuci”, con chi siede alla sua sinistra, solo per mascherare i reali problemi, della sua Maggioranza, è l’unica cosa che le riesce bene. Non altrettanto, il tentativo maldestro di intimidirci e nascondere ai cittadini che una sua delegazione, senza la presenza del gruppo Cortolillo, ha cercato e proposto a questo Gruppo di Minoranza, un accordo sulla nomina del revisore dei conti. Che fa, Sig. Sindaco, cela le sue azioni sottobanco, ripiegando sugli insulti contro chi, onestamente e liberamente, ha svolto il proprio ruolo, non sottomettendosi a nessuno, tanto più alla sua volontà? Oppure, come sovente accade, preferisce straniarsi, anche se, in talune occasioni, professa che un Sindaco “non può non sapere”?

E che dire sul comportamento, messo in atto da Lei e dalla sua maggioranza, in riferimento alle tante proposte chiare e di facile realizzazione, avanzate dal Gruppo di Minoranza e da voi ritenute inammissibili, illegittime, fantasiose, irrealizzabili? Come:

Piazza della pace ( c/da San Silvestro-campetti polivalenti ), riqualificazione ed arredo urbano che rendesse quel posto degno di essere chiamato Piazza. INEVASO

Strada di collegamento San Silvestro- San Simone- S.Maria Lo Piano: Rifacimento manto stradale, messa in sicurezza e convogliamento acque piovane. EVASO PARZIALMENTE PER CONCOMITANZA LAVORI IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE.

Parco giochi comunale: Richiesta messa in sicurezza ed adeguamento. Risultato? CHIUSURA

Piazza Vittorio Emanuele: Miglioramento e progetto di riqualificazione. INEVASO.

Rete adsl nelle borgate non raggiunte da questo servizio: Risposta: COMPRATEVI LA CHIAVETTA.

Viabilità San Michele: Denunciato disagi e incongruenze; risultato: PERFETTA PERCHE’ ERA STATA PENSATA E VOLUTA DA LEI.

Strisce blu: anche questo punto portato in consiglio; NULLA DI FATTO: QUELLO CHE PENSA LEI E’ INDISCUTIBILE

Edificio scolastico Santa Venera: proposta di demolizione e costruzione di una piazza con arredo urbano. Risposta: IMPROPONIBILE.

Mattatoio Comunale: riqualificazione con realizzazione del museo dei maestri salumificatori e del Salame S.Angelo. Risposta:NON E’ ASSOLUTAMENTE PENSABILE.

Sant'Angelo di BroloE potremmo continuare così all’infinito, perché tutto ciò che esula dal suo controllo e dalla sua autorità è per lei non degno di considerazione. Saremmo in grado di aggiungere alla lista anche le interrogazioni e gli innumerevoli emendamenti presentati in Consiglio e giudicati persino INAMMISSIBILI dal Suo Presidente, che oggi ama riempirsi la bocca di saggezza e di distinguo.

Per non parlare poi della sua ostinazione, in palese violazione di legge, nel limitare l’autonomia propria di ogni consigliere comunale di minoranza nell’esercizio del mandato, PRETENDENDO, mille richieste scritte, per ottenere un atto o documento, compiuto dalla sua amministrazione ”trasparente”.

Lei, caro Sindaco, prima di scialacquare i soldi di TUTTI i contribuenti, infischiandosene altamente di quello che pensano gli altri, si faccia un attento esame di coscienza. Prima di additare gli altri come “peccatori”, guardi in casa sua.

Questo Gruppo, piaccia o non piaccia, ha il dovere di vigilare, proporre e rendicontare ai cittadini. Noi, non facciamo illazioni, parliamo con carte alla mano, consegnando loro informazioni certe e documentate come quella relativa all’area artigianale di Santa Marta, dove sono stati spesi circa un milione di euro per la realizzazione delle opere di urbanizzazione, per ritrovarci ora con i vincoli del PRG scaduti, gli espropri non più validi, impossibilità ad edificare, ad assegnare lotti agli artigiani etc…. Nonostante ciò l’Amministrazione pensa bene di affidare con determina del 12/05/2014 un incarico per “realizzazione di un impianto per la macellazione e la conservazione di carni suini nell’area artigianale di Sant’Angelo di Brolo”.

Se Lei ritiene che questo gruppo imbrogli o lo abbia fatto, non si limiti alle parole, lo faccia portando a conoscenza di tutti i cittadini gli atti, ad uno ad uno, con tanto di somme scritte e soprattutto, non ci venga a parlare di come si ottiene il consenso, proprio lei che è stato eletto per due volte senza rappresentare la maggioranza del paese, e specialmente senza aver concluso il proprio mandato con una maggioranza unita. Il suo continuo attaccare questo Gruppo, i suoi anatemi e la sua speranza di vederci classe politica destinata in eterno all’opposizione, non ci scoraggiano, sapendo che il suo mandato sta per scadere e Lei non sarà più il Sindaco di questo paese. I nostri concittadini vedono chiaramente qual è la realtà, ed hanno intelligenza sufficiente per intendere liberamente. Solo i suoi proseliti, naturalmente, possono continuare a tenere la testa sotto la sabbia e pendere dalle sue labbra, prendendo per oro colato tutto quello che esce dalla sua bocca.

Per chiuderla con una frase del Grande Totò: “Ma mi faccia il piacere….”

I consiglieri:
Giuliano, Bonina, Ferraro, Rigenerati, Di Nunzio, Caruso

Caro sindaco Caruso, “Ma mi faccia il piacere….” ultima modifica: 2014-08-25T10:23:29+02:00 da CanaleSicilia