Home Politica Cambia-Menti a 360° – «Sensibilizzazione sulle dipendenze, ci impegneremo per renderla una realtà!»

Cambia-Menti a 360° – «Sensibilizzazione sulle dipendenze, ci impegneremo per renderla una realtà!»

3,148

[VIDEO] Un percorso per la «sensibilizzazione sulle dipendenze» è possibile… e noi ci impegneremo per renderlo una realtà!

Servizio di Cristina Miragliotta del 9 febbraio 2017

Fabiana Aria - Salvatore GaritoBROLO – Negli ultimi anni, sui media e non solo, si è parlato sempre più delle “nuove dipendenze” e di come esse stiano attecchendo nella nostra società facendo aumentare di giorno in giorno il numero dei “malati”: non fanno differenza di età, sesso o ceto sociale, nella loro drammaticità sono estremamente democratiche! Nel nostro paese, ad eccezione di un incontro sulla “ludopatia” (tenutosi nel 2015 ed organizzato da Eravia Onlus), questi argomenti sembrano caduti nel dimenticatoio eppure sono più attuali di quanto si possa immaginare.

Basterebbe ogni giorno farsi un giro per tutti quei locali dove è possibile giocare online o alle slot-machines e/o dove è possibile scommettere – naturalmente parliamo di attività legali – per rendersi conto di quanto sia diffuso questo problema soprattutto fra i giovani e da ciò desumere quanto sia grave. Ma non illudiamoci il problema non sono solo le “nuove dipendenze” perché quelle “vecchie” – droghe naturali o leggere (marijuana e hashish), sintetiche o pesanti (cocaina, eroina, pasticche ecc.) ed alcol – sono anche esse ben presenti, magari in modo meno manifesto soprattutto le prime per la loro natura illegale.

Non vogliamo puntare il dito contro nessuno, vogliamo solo evidenziare che il problema delle dipendenze è reale e come tale va affrontato. Abbiamo ben chiaro che non esistono soluzioni facili o certe, con gli adolescenti in particolar modo è difficile trovare gli argomenti giusti per farsi comprendere, ma facendo finta che il problema non esista, o che sia una “realtà” lontana dal nostra quotidianità, mettendo la testa sotto la sabbia, riteniamo che non si faccia bene né a noi stessi né tanto meno ai nostri figli. Oggi quello che proponiamo con questa lettera aperta indirizzata a tutti gli attori che gravitano nel sociale brolese è di riaprire una discussione, di sedersi attorno a un tavolo e provare quanto meno ad affrontare il discorso – ammettere l’esistenza di un problema è già un passo verso una futura soluzione – per scegliere come e cosa fare per tentare di arginare questa piaga sociale.

Sulle droghe esiste già una base di partenza, due nostre concittadine entrambe psicologhe – la dott.ssa Beneficio e la dott.ssa Monastra – qualche anno fa realizzarono uno studio sull’argomento intervistando gli allora studenti delle scuole medie e introducendo un primo tavolo tecnico, siamo certi che non faranno mancare il loro supporto.

Siamo altrettanto certi che troveremo la massima disponibilità nella dirigente scolastica dell’istituto comprensivo di Brolo prof.ssa M. Ricciardello e, perché no, anche quella della prof.ssa L. Leonardi dirigente dell’istituto Alberghiero, riteniamo inoltre che un ruolo importante in questa nostra iniziativa possa averlo l’assessore ai servizi sociali M. Briguglio che ad onor del vero si e’ contraddistinta in questi anni per la sua attività, forse principalmente indirizzata ad alcune categorie e poco ad altre del sociale, ma conoscendo la sua sensibilità siamo certi che aderirà con entusiasmo al progetto. Ci piacerebbe e proveremo a coinvolgere anche i rappresentanti del comitato dei genitori, le forze dell’ordine, il parroco, le associazioni in genere e chiunque mostri interesse e voglia sposare la nostra idea.

Certi argomenti – come quello della “sensibilizzazione sulle dipendenze” – sono così importanti che qualsiasi differenza di pensiero, stupido personalismo o altro dovrebbe essere messo da parte per cercare di affrontare il problema, renderlo chiaro e presente a tutti e soprattutto per fornire un aiuto ai tanti che con le dipendenze – direttamente o indirettamente – purtroppo sono costretti a convivere.

Nei prossimi giorni contatteremo ognuna delle figure sopra citate e non solo, per organizzare il prima possibile un incontro che abbia l’obbiettivo di aprire un tavolo di lavoro comune.

Cambia-Menti a 360° per Brolo

Cambia-Menti a 360° – «Sensibilizzazione sulle dipendenze, ci impegneremo per renderla una realtà!» ultima modifica: 2017-02-09T13:00:00+01:00 da CanaleSicilia