Home Sport Calcio siciliano – È un buon momento per il Messina di Lucarelli, pari dell’Igea Virtus contro la Turris

Calcio siciliano – È un buon momento per il Messina di Lucarelli, pari dell’Igea Virtus contro la Turris

1,580

Calcio Sicilianodi Lorenzo Scaffidi C. – Nella quinta domenica di ottobre c’è chi ride e c’è chi piange tra le squadre siciliane impegnate nei vari campionati calcistici che vanno dalla serie A alla serie D. Alle crisi di Palermo e Trapani fanno da contraltare l’ottimo campionato disputato sin qui dalla barcellonese Igea Virtus, così come sembrano in netta ripresa sia il Messina del neo tecnico Lucarelli, che il Catania di mister Rigoli.

In serie A il Palermo di mister De Zerbi sarà impegnato nel posticipo del lunedì contro il Cagliari di Rastelli. Al “Sant’Elia” domani si disputerà per la squadra siciliana una partita di vitale importanza. Per i rosanero è fondamentale smuovere la classifica sempre più deficitaria, altrimenti il patron Zamparini sembra già essere pronto all’ennesimo cambio in panchina, e già in tutto l’ambiente si ipotizza un possibile ritorno di Davide Ballardini.

In serie B, dopo la vittoria con il Benevento nel turno infrasettimanale, il Trapani deve subito fermarsi al cospetto della capolista, Hellas Verona. Al Bentegodi finisce 2 a 0 per la squadra di Pecchia che si dimostra di un’altra categoria rispetto all’attuale Trapani. Di Siligardi al 35′ ed al 71′ di Valoti le reti per gli scaligeri.

La squadra di Cosmi se vorrà uscire dalle sabbie mobili delle ultime posizioni in classifica, dovrà sudare e non poco incominciando a raggranellare punti utili per la salvezza.

In Lega Pro girone C, il Messina dopo le due vittorie ottenute con mister Lucarelli in panchina ottiene un buon pareggio contro il Taranto, che permette alla squadra biancoscudata di proseguire la striscia di risultati utili consecutivi. Il punto conquistato allo “Iacovone” di Taranto, può essere considerato dall’ambiente giallorosso come un ottimo risultato. Innanzitutto perchè ottenuto in trasferta in un campo non certo facile e poi perchè la squadra ha dimostrato un’ottima organizzazione di gioco. In questo Lucarelli si dimostra un ottimo motivatore, riuscendo a dare un atteggiamento positivo e giusti imput a tutti i giocatori. Di Pozzebon al 32′ la rete del Messina, mentre pareggia per il Taranto proprio l’ex di turno, Nigro al 55’, ribattezzato, da questa sera a Messina, “core n’grato”.

Il Catania dopo la bella vittoria contro la capolista del girone, il Lecce, prosegue la propria marcia superando la coriacea Paganese, rimontando l’iniziale vantaggio ospite. 2 a 1 il risultato al termine dei 90′ minuti regolamentari con rete di Reginaldo al 64′ per la Paganese, mentre le reti per il Catania vengono realizzate da Paolucci al 67′ e Biagianti all’83’. Mister Rigoli sembra aver trovato la strada giusta da intraprendere per dare un significato diverso a questo campionato.

Per il Siracusa di mister Sottil arriva un pari contro la Fidelis Andria che lascia l’amaro in bocca a tutto l’ambiente aretusino. Il Siracusa torna al “De Simone” dopo due trasferte e conquista un solo punto, troppo poco, nel confronto con la Fidelis Andria. Gli aretusei giocano una buona partita creando numerose occasioni da rete, ma non riescono ad andare oltre l’1-1 pagando a caro prezzo un errore difensivo sul finire del primo tempo. Catania al 17′ porta in vantaggio su rigore il Siracusa che però vengono riacciuffati dalla Fidelis Andria al 37′ con Onescu. Entrambe le squadre hanno lottato fino all’ultimo cercando fino all’ultimo il gol vittoria, per poi dividersi equamente la posta in palio.

Brutta sconfitta per l’Akragas che a Matera disputa forse la sua peggiore partita giocata quest’anno. Nella Città dei sassi la squadra di Di Napoli, disputa una partita scialba e senza carattere. L’obbiettivo dei ragazzi di mister Di Napoli era, alla vigilia, tornare ad essere gigante conquistando in Lucania l’intera posta in gioco. Niente di tutto ciò, a Matera finisce 3 a 1 con Mister Di Napoli che dovrà in settimana risollevare l’intero ambiente agrigentino.

In serie D, l’Igea Virtus, altra messinese insieme al Due Torri del girone I, non riesce a ritornare alla vittoria, dopo la sconfitta di otto giorni fa in Calabria a Rende. La partita al D’Alcontres contro la corrazzata Turris finisce 1 a 1. Al vantaggio igeano, realizzato nel primo tempo al 43′ da Longo, ha replicato nella ripresa al 55′ Danucci per la Turris, riportando in parità il risultato. In virtù del pari odierno, l’Igea si trova adesso in terza posizione nella classifica del girone, alle spalle della Cavese e del Rende che la precede di soli due punti. Niente quindi è perduto, la vetta della classifica rimane ad uno schioppo e la squadra vista questo pomeriggio, con un gioco spumeggiante e corale, ben diretto da mister Raffaele, fa ben sperare per il prosieguo del campionato.

Calcio siciliano – È un buon momento per il Messina di Lucarelli, pari dell’Igea Virtus contro la Turris ultima modifica: 2016-10-31T11:27:39+01:00 da CanaleSicilia