Home Sport Calcio Siciliano – Ritorna alla vittoria il Messina e l’Igea Virtus si laurea campione d’inverno

Calcio Siciliano – Ritorna alla vittoria il Messina e l’Igea Virtus si laurea campione d’inverno

1,416

Calcio Sicilianodi Lorenzo Scaffidi C. РMentre tutti i campionati di calcio che vanno dalla serie A al campionato dilettantistico della serie D, sono vicini al giro di boa e si apprestano ad emettere i primi verdetti, ̩ un turno di campionato favorevole soprattutto per le squadre di Messina e provincia.

Ritorna alla vittoria, dopo ben tre turni, il Messina di Cristiano Lucarelli, mentre con la vittoria sofferta sulla Frattese, si laurea campione d’inverno l’Igea Virtus di mister Peppe Raffaele.

Per quanto riguarda le altre squadre siciliane, prese in esame, vince anche il Catania, mentre perdono Siracusa ed Akragas. Importante e fondamentale vittoria in chiave salvezza per il Palermo, squadra regina del calcio siciliano, a Genova, mentre continua il dramma calcistico del Trapani, sempre più vicino ad una ingloriosa retrocessione.

In serie A, entusiasmante vittoria del Palermo al “Ferraris” che interrompe una lunghissima striscia di ben nove sconfitte consecutive e sbanca Genova. Nel posticipo domenicale i rosanero si impongono per 4 a 3, in una partita ricca di emozioni e gol, in cui la squadra siciliana ha fatto finalmente vedere buone trame di gioco in campo. Per il Palermo si tratta della seconda vittoria in questo campionato ed in virtù di questa decisiva vittoria abbandona l’ultimo posto in classifica, ai danni del Pescara, raggiungendo al penultimo posto il Crotone a quota nove punti. Di Simeone al 5′ ed al 57′ edi Ninkovic al 69′ le reti per il Grifone, mentre per il Palermo segnano Quaison al 42′, Goldaniga al 70′, Rispoli all’ 88′ e Trojkovski al 90′ per il gol che vale i tre punti. Primi tre punti per il neo tecnico Corini che torna a sperare in una salvezza impensabile fino a pochi giorni fa. E Giovedì al Barbera arriverà il Pescara in un match salvezza che già vale tantissimo.

In serie B, ennesima sconfitta per il Trapani in una stagione da incubo per i siciliani. E dire che questa squadra in estate aveva iniziato per tentare di approdare in serie A, dopo aver fallito la massima serie, lo scorso anno nella finale play off. Ci sono stagioni che nascono male e rischiano di finire peggio. E’ quello che sta accadendo al Trapani, i cui limiti tecnici e caratteriali continuano a emergere gara dopo gara. I granata vengono travolti 4-1 dal Frosinone, con la prima sconfitta interna per il neo tecnico Calori. Al “Provinciale” per il Frosinone segnano al 9′ Dionisi, al 54′ D. Ciofani, al 56′ M. Ciofani ed al 74′ Kragl, mentre il momentaneo pareggio per il Trapani viene siglato da Coronado al 46′.

In Lega Pro, girone C, dopo tre sconfitte consecutive, ritorna alla vittoria il Messina del tecnico livornese, Cristiano Lucarelli. Nello stadio di casa, il “Franco Scoglio”, i giallorossi ottengono contro una modesta Vibonese, tre punti fondamentali in chiave salvezza. La classifica della squadra incominciava a preoccupare, con un solo punto in più rispetto al fanalino di coda, il Castrovillari, ed era vitale conquistare la vittoria questo pomeriggio. Servivano i tre punti e così è stato. Il Messina torna al successo dopo due mesi di digiuno, battendo la Vibonese per 3-0 al “Franco Scoglio”. Vittoria maturata nel secondo tempo grazie all’autogol di Usai al 53′,al primo gol stagionale di Maccarrone all’84’ e al ritrovato Pozzebon al 92′, per tre punti che hanno un peso specifico enorme nell’ottica del campionato giallorosso. Ora si spera che il peggio sia passato per il Messina e che questa vittoria possa dare il via ad un nuovo campionato per i biancoscudati.

L’augurio è che la squadra dello stretto possa disputare un campionato in assoluta tranquillità, lontano dalle sabbie mobili della bassa classifica.

Ritorna alla vittoria anche il Catana di mister Rigoli, dopo la batosta subita solo otto giorni fa nel derby siciliano contro il Siracusa.

Al “Massimino” di Catania, i locali ritornano al successo, non senza fatica, battendo una coriacea Casertana piegata solo grazie alla quinta prodezza stagionale di Andrea Mazzarani al 13′ del primo tempo. Partita giocata su un campo ai limiti dell’impraticabilità con un terreno molto fangoso, dove a farla da padrone è stato il maltempo con la pioggia che ha trasformato il terreno di gioco in un acquitrino. Difficile imbastire trame di gioco per le due squadre che si sono spesso affidate ai lanci lunghi. L’importante per il Catania comunque era conquistare i tre punti per continuare a credere nel sogno chiamata play off. L’obbiettivo è stato raggiunto e per il resto – gioco e rosa – ci sarà tempo per rimediare. Avanti così.

Il Siracusa, dopo la vittoria di otto giorni fa nel derby siciliano, e dopo aver incominciato ad “annusare” la zona play off, cade sul sintetico del “Giovanni Paolo II” casa della Virtus Francavilla. Gli aretusei non sfondano il muro della difesa pugliese e subiscono per gran parte della partita il gioco dei biancazzurri, che conquistano meritatamente i 3 punti. Alla fine il match termina con il risultato di 3-1 per i padroni di casa. Alla tripletta di al Giovanni Abate al 36′ al 48′ ed al 68′, risponde Marco Palermo al 44′ realizzando il momentaneo gol del pareggio per il Siracusa. C’è da augurarsi che questa partita sia solo una parentesi negativa e che dal prossimo turno la squadra di Sottil ritorni a giocare come sa.

Ennesima sconfitta per la squadra di Agrigento. Terzo k.o. consecutivo per i biancazzurri, adesso in piena zona retrocessione. L’Akragas perde ancora al termine di una partita molto nervosa, condizionata anche dagli errori dell’arbitro. Il Monopoli si impone in terra siciliana per 2 a 1, le reti sono state siglate da Gatto al 5′ su rigore ed al 57′ da De Vito per i pugliesi, mentre il momenteneo pareggio dell’Akragas è stato siglato da Gomez al 31′ su rigore. I biancazzurri perdono così la seconda partita in casa, la terza consecutiva negli ultimi tre turni, ed ora la panchina di mister Di Napoli è fortemente a rischio. Tra i possibili sostituti del tecnico,negli ambienti agrigentini gira anche il nome di mister Venuto. Se son rose fioriranno. Un forte in bocca al lupo all’ex “condottiero” del Due Torri.
In serie D, girone I, si chiude, con un’altra convincente vittoria, un 2016 da favola per l’Igea Virtus che si laurea campione d’inverno grazie alla vittoria odierna sulla Frattese. Al giro di boa sono 38 i punti all’attivo, con ben 11 vittorie per i giallorossi, cinque pareggi ed una sola sconfitta. Quest’oggi, al “D’Alcontres” si è imposta per 2 a 1 sulla coriacea Frattese. Sono proprio i campani a passare in vantaggio grazie ad un autogol di Dall’Oglio al 7 minuto, ma nella ripresa, esce fuori il carattere ed il cuore della squadra di mister Raffaele che con il bomber Lescano al 61′ segna dopo la respinta del portiere Rinaldi su calcio di rigore. È Postorino – ex Due Torri – a regalare la vittoria, a tre minuti dal termine agli igeani, con una precisa inzuccata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. L’Igea è campione d’inverno al termine del girone d’andata, mantiene i tre punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice, la Cavese, ed in virtù della matematica salvezza già conquistata – obbiettivo di inizio stagione – incomincia a credere fortemente in una promozione storica in Lega Pro – nuovo obiettivo di stagione. Tutta Messina e provincia è con te. Forza Igea. Continua a farci sognare.

Calcio Siciliano – Ritorna alla vittoria il Messina e l’Igea Virtus si laurea campione d’inverno ultima modifica: 2016-12-19T11:15:24+01:00 da CanaleSicilia