Home Sport Calcio Siciliano – Per il Messina vittoria fondamentale in chiave salvezza, per l’Igea Virtus pari beffa contro il Gela

Calcio Siciliano – Per il Messina vittoria fondamentale in chiave salvezza, per l’Igea Virtus pari beffa contro il Gela

1,267

Calcio Sicilianodi Lorenzo Scaffidi C. – Giornata ricca di alti e bassi per le squadre siciliane impegnate nei vari campionati calcistici. Ottengono due vittorie importantissime in chiave salvezza il Messina di Lucarelli e l’Akragas di Di Napoli. Rallenta la sua corsa alle posizioni di vertice l’Igea Virtus fermata in casa nel derby contro il Gela. Sconfitte, in questa domenica di carnevale, sia il Palermo che il Catania.

In serie A prima sconfitta della gestione Diego Lopez per il Palermo, che dopo le ottime prestazioni con Napoli e Crotone, in cui aveva ottenuto ben 4 punti, subisce la prima sconfitta al Barbera contro la rivelazione del torneo, l’Atalanta di Gasperini. 3 a 1 il risultato per i bergamaschi. Gli orobici s’impongono con le reti di Conti e Gomez nel primo tempo, poi il gol di Chochev, sempre nel primo tempo riapre la partita, ma il 3-1 di Cristante, nella ripresa, chiude definitivamente la partita. Un peccato per i siciliani che gettano alle ortiche l’ennesima occasione di accorciare sull’Empoli quart’ultimo che nel frattempo a San Siro è uscita con una prevedibile sconfitta contro l’Inter di Pioli. A vedere il bicchiere mezzo pieno c’è da osservare la classifica con le distanze che rimangono immutate in zona retrocessione.

In serie B, buon pareggio per il Trapani di Calori ad Ascoli, sopratutto per il modo in cui è arrivato. 2 a 2 il risultato finale con il gol del definitivo pari per il Trapani arrivato al 93′ grazie alla rete di Manconi. Le altri reti della partita sono state realizzate da Favilli al 13′ ed al 22′ per l’Ascoli, mentre il primo gol per il Trapani è stato realizzato da Citro su rigore al 59′, prima del definitivo pari al 93′. Se c’è un merito che va riconosciuto a questo Trapani è la capacità di non mollare ed in virtù di questo pari la rincorsa alla salvezza rimane possibile, rimanendo distante ancora 5 punti. Si può fare, basta crederci.

In lego Pro girone C, nell’anticipo del sabato ennesima vittoria del Messina di Cristiano Lucarelli che getta il cuore oltre l’ostacolo e supera il Catanzaro, al “Franco Scoglio”, in rimonta per 2 a 1. Succede tutto in 8 minuti: al 69′ Carcione porta in vantaggio i calabresi con un gol da play station, ma il Messina riesce a reagire subito, prima con Anastasi al 71′ e poi con Da Silva al 77′ che ribaltano il match, regalando alla città dello stretto tre punti fondamentali per il proprio campionato. Una vittoria fontamentale in chiave salvezza, ma quello che adesso preoccupa sempre più la tifoseria è la difficile situazione societaria che il sodalizio peloritano sta vivendo. Il riassetto interno del Messina è ancora legato alle volontà della cordata imprenditoriale calabrese, che nonostante sia scaduto il termine per esercitare il diritto di acquisizione della maggioranza delle quote del club, non ha ancora sciolto i dubbi sulle proprie intenzioni. Una situazione sempre più paradossale tanto che il responsabile dell’area tecnica Pasquale Leonardo nel dopo partita si è lasciato sfuggire: “Siamo stanchi di stare in queste condizioni, in settimana se le cose non cambiano faremo qualcosa di eclatante”.

Nell’altro anticipo del sabato, il Siracusa di mister Sottil perde, pur offrendo una grande prestazione, per 2 a 1 sul campo della capolista del girone, il Lecce. Gli aretusei cadono a testa alta sul campo dei salentini, che si impongono 2-1 al termine di una partita ricca di emozioni e di colpi di scena. La squadra di mister Sottil al termine dei 90′ minuti non può rimproverarsi nulla dopo aver affrontato a viso aperto il Lecce su uno dei campi più ostici del campionato e torna a casa sì a mani vuote, ma certamente a testa alta. I gol per il Lecce sono stati realizzati da Caturaro al 40′ e da Malerba (aut.) al 59′ mentre per il Siracusa ha accorciato le distanze De Silvestro al 74′. Siracusa che comunque può accettare questo risultato navigando in posizioni di classifica sicure.

Nel derby siciliano tra Akragas e Catania, match clou della 25^ giornata di Lega Pro succede l’impensabile all’Esseneto di Agrigento. Il Catania di mister Rigoli arrivava da assoluto favorito a questa partita, mentre per l’Akragas di Di Napoli erano in pochi quelli che credevano in un successo dopo le cessioni degli uomini migliori nel mercato invernale ed le difficoltà societarie del sodalizio agrigentino. Ma come spesso capita, il campo ci racconta tutt’altra storia e così succede che il superfavorito Catania, pieno di giocatori di categoria, soccomba di fronte ad una squadra, sfrontata, imbottita di giovani. E così il Gigante vince con merito il derby siciliano con gli etnei e si rilancia in classifica. La prima rete viene siglata da Mazzarani su rigore al 13′, ma i padroni di casa ribaltano il risultato nel secondo tempo con Pezzella al 58′ e Salvemini al 74′ su rigore. Adesso per il Gigante che fa un grande passo in classifica, la salvezza diventa ancora possibile, mentre per il Catania la zona play off si allontana sempre di più. L’imprevedibilità del calcio.

In serie D, girone I, l’Igea Virtus, nel derby del riscatto, nella partita che doveva rilanciare le ambizioni della squadra di Barcellona, non va oltre il pari contro il Gela.

Finisce 1 a 1 al D’Alcontres con il bomber di casa, Facundo Lescano, che porta subito in vantaggio i padroni di casa, ma come spesso succede ultimamente agli uomini di Raffaele, negli ultimi minuti del match arriva il pareggio beffa degli ospiti con Candiano. Peccato perchè i locali hanno dominato a lungo questa partita e solo per imprecisione degli attaccanti e fortuna dei gelesi, non è arrivato il raddoppio che avrebbe chiuso la partita e peccato, soprattutto perchè la Leonzio e la Cavese, oggi vittoriose, allungano ulteriormente in classifica sulla squadra barcellonese. Adesso la vetta dista quattro punti e l’Igea viene scalzata al secondo posto dalla Cavese. Tra otto giorni contro l’Aversa, in Campania, bisognerà necessariamente ritornare alla vittoria. #CrederciSempreMollareMai sarà l’hastag più ricorrente da qui alla fine del torneo per i tifosi igeani.

Calcio Siciliano – Per il Messina vittoria fondamentale in chiave salvezza, per l’Igea Virtus pari beffa contro il Gela Ultima modifica: 2017-02-12T23:03:51+01:00 da CanaleSicilia