Home Sport Calcio siciliano – Il Messina e l’Igea Virtus ottengono due successi esterni fondamentali

Calcio siciliano – Il Messina e l’Igea Virtus ottengono due successi esterni fondamentali

1,187

Calcio SicilianoMentre stanno per giungere al termine i vari campionati calcistici, emettendo le prime sentenze stagionali, prosegue la nostra consueta analisi sulle principali squadre siciliane.

di Lorenzo Scaffidi C. – In serie A, nella 33^ giornata la trasferta del Palermo all’Olimpico di Roma contro la Lazio finisce in una disfatta senza precedenti dal risultato tennistico: 6 a 2. Peggio di così non poteva finire. Come se già una retrocessione, che si manifesterà ormai con tutta probabilità fra sette giorni con ben cinque giornate d’anticipo, non fosse già abbastanza umiliante per una tifoserie costretta a vivere una delle peggiori stagioni in serie A della propria squadra, ci si mette anche l’ennesima figuraccia sul campo. All’Olimpico contro la Lazio la gara finisce addirittura dopo mezz’ora con ben cinque gol già subiti e una prestazione inesistente da parte degli uomini di Bortoluzzi. Il punteggio tennistico finale di 6-2 inquadra perfettamente la situazione della formazione rosanero che senza un gioco ed alcuna identità saluta nel modo più triste possibile la massima serie: senza lottare e dichiarando di crederci solo prima di scendere sul rettangolo di gioco. Peccato, speriamo solamente che la prossima stagione in serie B sia solo di passaggio e che la squadra rosanero possa al più presto ricalcare i prati della serie A.

In serie B continua il Trapani delle meraviglie a regalare soddisfazioni ad i propri tifosi. Nella 37^ giornata del campionato cadetto ancora un sabato dolce per i granata di mister Calori e per il pubblico del “Provinciale”. Conto il Pisa di Ringhio Gattuso finisce 1 a 0 per i siciliani, con il Trapani che la spunta all’ultimo istante. Pisa battuto 1-0 al 92′, con la rete messa a segno da Citro che lancia i granata a quota 41 punti, agganciando così l’Ascoli in classifica. E ancora cinque partite da affrontare a tutta, per raggiungere la salvezza. Una salvezza che a questo punto della stagione sarebbe più che meritata visto le prestazioni eccellenti fornite dai giocatori di Calori. Avanti così.

In Lega Pro girone C, nella 36^ giornata, il Messina con una prestazione maiuscola riscatta la sconfitta contro il Melfi e porta a casa tre punti importantissimi, raggiungendo quota 42 in classifica, mantenendosi fuori, anche con l’ormai imminente penalizzazione, dalla zona playout. Le motivazioni del Messina hanno la meglio di un Lecce scarico e anche sfortunato. I siciliani espugnano il “Via del Mare” grazie a una rete di Anastasi a mezz’ora dalla fine, con la punta brava a correggere in rete un tiro-cross di Musacci. I salentini recriminano per un palo colpito da Marconi a inizio ripresa sugli sviluppi di un corner. Intelligenza tattica e capacità di piazzare il colpo decisivo al momento giusto: così il Messina ha fatto prevalere le proprie superiori motivazioni rispetto ad un Lecce che ha già la testa ai playoff. La squadra di Lucarelli ha saputo metabolizzare l’inopinata caduta interna contro il Melfi. Dopo oggi, gli ultimi 180 minuti contro Cosenza e Vibonese fanno un po’ meno paura. Avanti così.

Per i cugini del Catania altra prestazione orribile in una stagione decisamente sfortunata per gli etnei. I rossazzurri rimangono ancora una volta a bocca asciutta e subiscono un pesante passivo dai gabbiani. La stessa storia, brutta, inguardabile, con tanta rabbia e nessun punto. Il Catania continua a steccare mettendo dentro l’ennesima brutta figura in campo esterno con un Monopoli che porta a casa la vittoria su due orrori della difesa inventata degli etnei. Nessun alibi sia chiaro nonostante assenze pesanti e mente travagliata e distrutta nel morale che riesce a far vincere il Monopoli in casa dopo nove giornate. Al “Vito Simone Veneziani” di Monopoli, i locali battono la squdra siciliana con il punteggio di 3 a 0. Esposito, Ricucci e Genchi appongono il loro nome sul tabellino dell’arbitro Passera. Prestazione orrenda offerta dai rossoazzurri che con la sconfitta di oggi dicono addio alle residue speranze play off.

Continua a far sognare i propri tifosi il Siracusa di mister Sottil. Al “De Simone” sedicesima vittoria stagionale e quarto posto sempre più vicino. Quest’oggi battuta senza patemi d’animo la Paganese grazie ad una doppietta del bomber di casa, Lele Catania che al 2′ ed al 70′ fissa il risultato sul 2 a 0. Gli ingredienti perchè questa stagione possa trasformarsi in un trionfo ci sono tutti, lo sa bene mister Sottil e lo sanno soprattutto i tifosi aretusei: basta crederci ed affidarsi al fato. Infatti in questo momento di forma ottimale, a 180 minuti dalla fine, per gli aretusei non solo il quarto posto, ma anche il terzo posto sembra possibile e raggiungibile. A Siracusa ormai grazie a mister Sottil e ad i suoi ragazzi si sogna ad occhi aperti.

In serie D, nella 32^giornata del girone I, l’Igea Virtus ottiene una vittoria fondamentale al Mimmo Rende di Castrovillari, grazie al gol di Longo al 15′ del p.t. e continua a credere nel raggiungimento del secondo posto, posizione che sarebbe ottimale per la vittoria finale dei play off. A due giornate dalla fine, con la Leonzio che ha già vinto il girone, è infatti corsa a tre per il secondo: con la Cavese favorita, avendo un punto di vantaggio sulle inseguitrici, e con l’Igea ed il Rende ad inseguire. Nonostante le assenze, anche oggi la squadra di Raffaele ha mostrato su un campo difficilssimo, di arrivare all’appuntamento play off in condizioni psicofisiche ottimali e di essere pronta a giorcarsi le proprie “fiches” nella lotteria play off. Domenica prossima il team igeano ospiterà il Roccella tra le mura amiche dello stadio comunale “D’Alcontres-Barone” di Barcellona Pozzo di Gotto. C’è da scommetterci che sarà un’altra battaglia e allora…Buona fortuna.

Calcio siciliano – Il Messina e l’Igea Virtus ottengono due successi esterni fondamentali ultima modifica: 2017-04-24T10:30:47+02:00 da CanaleSicilia