Home Attualità Calcio siciliano – Continua la pareggite del Messina, mentre l’Igea Virtus sa solo vincere

Calcio siciliano – Continua la pareggite del Messina, mentre l’Igea Virtus sa solo vincere

764

Calcio SicilianoGiornata negativa per le squadre siciliane, prese in esame, nei vari campionati professionistici e dilettantistici di calcio.

di Lorenzo Scaffidi C. – Continuano la loro serie negativa le due squadre impegnate nel campionato di serie A e serie B. Palermo e Trapani sono entrambe ultime in classifica e rischiano una clamorosa retrocessione che ad inizio stagione, non era certamente preventivata. In Lega Pro vincono Catania e Siracusa, continua la pareggite del Messina di Lucarelli, mentre perde l’Akragas. Unica nota positiva è data dal campionato di serie D dove l’Igea Virtus continua la sua folle corsa verso la vittoria finale del girone I, a suon di vittorie.

Ennesima sconfitta in casa per i rosanero che al “Renzo Barbera” vengono sconfitti per uno a zero dalla Lazio di Simone Inzaghi. Di Milinkovic Savic al 32′ del primo tempo la rete che decide il match.Il Palermo non aveva mai raccolto così pochi punti (sei), segnato così pochi gol (dieci finora) e subito così tanti gol (27) nelle prime tredici giornate di Serie A nell’era dei tre punti a vittoria.

Il Palermo rimane l’unica squadra, dei cinque campionati europei più importanti, a non aver conquistato nemmeno un punto in casa. Arrivati quasi a dicembre c’è da chiedersi: mangerà De Zerbi il panettone a Natale? Intanto è ultimo in classifica e Zamparini pensa ad un clamoroso ritorno di Davide Ballardini.

In serie B non vanno le cose certamente meglio al Trapani. Settima sconfitta in campionato per i granata sempre più ultimi in fondo alla classifica. All'”Arena Garibaldi” di Pisa il tocco di Eusepi al 78′ inguaia ulteriormente la formazione di Cosmi. Eppure la squadra siciliana non aveva demeritato durante l’incontro, offrendo buone trame di gioco e rendendosi più volte pericolosa nella metà campo avversaria, certo è che con questa ulteriore sconfitta, la strada verso la salvezza si fa ancora più impervia. Per Cosmi vale la stessa domanda fatta per De Zerbi: mangerà il panettone a Natale?

In Lega Pro girone C, serviva una vittoria per allontanare le polemiche degli ultimi giorni e rilanciarsi in classifica, ed invece continua la pareggite del Messina, che al “Franco Scoglio” impatta per 1-1 contro il Fondi. Tutto nella ripresa, con i siciliani avanti al 73′ con Capua prima del pareggio di Albadoro al 78′. Messina e Fondi si affrontano per tutto il match con grande agonismo, ma non riescono ad andare oltre un pareggio, il quinto su sei gare per i biancoscudati dall’avvento di Lucarelli, dopo la vittoria all’esordio del tecnico livornese contro la Casertana. In settimana non mancheranno altre polemiche ma di certo a questa squadra la determinazione non manca. Forse, oltrre le polemiche, servirebbe qualche acquisto di una certa rilevanza nel mercato invernale. Ma questo è compito della società, troppo assente, e non certo di Lucarelli.

Ritorna alla vittoria il Siracusa di mister Sottil. Terza vittoria nelle ultime quattro gare interne per i Leoni, Il Siracusa rialza subito la testa dopo lo scivolone di Caserta e batte meritatamente il Cosenza per 1-0. Decisiva la rete al quarto d’ora della ripresa di Filippo Scardina, che si sblocca e regala un successo importante ai suoi che al “De Simone” confermano di essere squadra tosta e difficile da piegare.

Giornata favorevole anche per gli etnei del Catania che al “Massimino” che superano la Vibonese grazie al gol di Mazzarani al 75′. Certo quello che conta in queste partite è conquistare i tre punti, ma quanta fatica per gli uomini di mister Rigoli che per superare una modesta Vibonese hanno dovuto sudare le fatidiche sette camicie. C’è da cambiare atteggiamento al più presto e magari rinforzarsi nell’imminente mercato invernale se si desidera qualche cosa di più della semplice salvezza.

Sconfitta per l’Akragas a Pagani per 2 a 0. Di Herrera al 18′ e Reginaldo al 67′ le reti che condannano gli agrigentini. Dopo la crisi societaria, per l’Akragas è anche crisi di risultati con una vittoria che non arriva da più di due mesi nonostante un primo tempo ben giocato contro una Paganese cinica, trascinata da Reginaldo. Per Lello Di Napoli e la società c’è tanto da lavorare.

In serie D girone I, continua la marcia trionfale dell’Igea Virtus che si impone per 2 a 0 contro il Gragrano. Una doppietta del forte Isgrò al 52′ ed al 92′ permette alla formazione di Barcellona Pozzo di Gotto di mantenere la prima posizione solitaria in classifica e di portare a +4 il vantaggio sulla seconda in classifica, la Cavese, oggi sconfitta in casa dal Gela. Vedere giocare la squadra di mister Raffaele è un piacere per gli occhi non soltanto per la quantità e qualità di gioco che sviluppa durante i 90′ dell’incontro, ma anche per l’amore con cui la tifoseria di casa incoraggia i propri ragazzi. Niente da dire: una stupenda realtà quella creata dalla società igeana e da mister Raffaele, augurando alla società di Barcellona di continuare sempre così. E domenica all’Enzo Vasi di Gliaca di Piraino si disputerà un match dal grande fascino per la categoria: il derby messinese con il Due Torri. Vinca il migliore, ma soprattutto vinca lo sport.

Calcio siciliano – Continua la pareggite del Messina, mentre l’Igea Virtus sa solo vincere ultima modifica: 2016-11-28T09:37:02+01:00 da CanaleSicilia