Home Attualità Brolo – Sequestrato «lo scoglio», i cinesi interessati all’asta

Brolo – Sequestrato «lo scoglio», i cinesi interessati all’asta

2,056

Lo scoglio di Brolo

Un gruppo di sommozzatori delegati dalle forze dell’ordine cercano
le statue fantasma sul fondale ma….

il signor Nettuno risponde: “qui non ci sta nisciune!” Il Gippe incalza: “…e allora SEQUESTRARE LO SCOGLIO”.

Non si arresta neanche nel periodo carnascialesco la crociata delle Forze dell’Ordine a Brolo, in provincia di Messina, dove stamani il Procuratore sostituto, ha dato mandato di porre sotto sequestro lo Scoglio della ormai non più ridente cittadina del tirreno.

Ma andiamo per ordine: proprio stamattina Brolo si è svegliata con una sorpresa a dir poco spiacevole: sono stati dunque apposti i sigilli nel quadrato di mare circostante la Rocca, simbolo, assieme al castello, della cittadina tirrenica.

“Un atto dovuto!” – ha dichiarato dalla procura il magistrato De Tiberis – “Dovevamo sequestrare le statue degli Dei, ma il signor Nettuno, l’unico convenuto, appositamente interrogato, ci ha riferito che è lui il solo abitante di quel fondale. E cosa dovremmo fare? Tornare a mani vuote? Si è proceduto al sequestro di quel che era rimasto affinché i Brolesi imparino che chi viene beccato con le mani nella marmellata sarà punito con la legge del contrappasso. Dura lex sed lex. E ora possono dire ciao ciao anche allo scoglio. Così imparano.”

E sulle sorti della rocca ha proceduto il De Tiberis – “dopo essere stata posta sotto sequestro sarà messa all’asta.”

Si vocifera, ma già da qualche giorno era nell’aria, che siano cinesi gli investitori interessati ad acquistare lo scoglio e che, con elevata probabilità, lo preleveranno grazie a dei mezzi aerei adibiti, per spostarlo in una villa di Hong Kong, dentro una piscina di 20.000 mq.

Ma le sorprese sembrano non terminare. Il primo cittadino dello scoglio, il signor Nettuno, che fino ad ora ha preferito mantenere il silenzio stampa sull’accaduto, essendo stato costretto a vivere sul fondale all’oscuro di tutto, ha rilasciato scottanti dichiarazioni a seguito della testimonianza di un elemento chiave: “L’anima di Maria La Bella – ha detto il Deus – sfrattata in malo modo dal Castello dalla magistratura e costretta quindi a cambiare residenza, ha trovato ospitalità qui nel mio abisso. Siamo entrati subito in sintonia e mi ha raccontato cosa sta accadendo nella mia Brolo mentre io son costretto a stare qui. Ora comprendo la motivazione per cui mi hanno calato negli abissi. – e conclude – Fossi stato su, li avrei infilzati col tridente.”

Dichiarazioni forti, senza sconti per nessuno. E adesso sono tanti gli interrogativi: quando porteranno via la Rocca di Brolo? Cosa ci sarà dietro? I cittadini tollereranno ancora queste angherie?

Intanto un’altra notizia shock mette un punto fisso. Le Forze dell’Ordine sono entrate in possesso di alcuni screen di whatsapp di un gruppo chiamato “Oasi degli Dei”. Cinque i partecipanti alla discussione: Tritone, Pegaso, Medusa, Zeus e Nettuno.

Da quel che emerge dalla discussione, nessuno aveva rubato le statue fino ad allora, ma è stato solo frutto di una lite tra divinità. Infatti gli dei, appena giunti nel comune di Piombino, pronti per essere spediti a Brolo, avevano avvertito il signore degli abissi del loro arrivo.

  • Il messaggio di Zeus: Ciao Nettuno. Siamo arrivati a piombino. Un viaggio devastante. Destinazione Brolo. Sono pronto a spodestarti!
  • La risposta del Nettuno: non ci pensare nemmeno vecchio sputa saette. Lo scoglio é mio e il fondale pure. Voi siete intrusi!
  • La risposta di Tritone: ahahahahah ci dispiace farti notare che l’intruso sei tu. Noi adesso siamo la maggioranza. Quindi silenzio!
  • La risposta di Nettuno: ma sei scemo? Mia madre è la proprietaria dei 7 mari. Appena arrivate ce la ragioniamo.
  • Zeus: ah si? Ora vedrai!

Fine conversazione. E non c’è stato il tempo di vedere nulla. Nessuna altra notizia da parte degli dei, che non sono mai giunti a destinazione. Che siano stati Ali Babà e i 40 ladroni? Questo poco importa. Quel che si sa è che anche lo scoglio è “volato” via, e un urlo si leva spontaneo: ATTENZIONE CITTADINI… I prossimi potreste essere voi!

 

Firmato
La Voce di Brolo

 


 

P.S. E’ ovvio che: il racconto che ci è giunto in redazione è totalmente di fantasia compresi i personaggi. Solo perchè in pieno clima carnevalesco e vige il detto “a Carnevale ogni scherzo vale” abbiamo deciso di pubblicarlo al solo scopo di sdrammatizzare e regalare qualche sorriso ai nostri lettori.

La satira è una grande dimostrazione, la più alta espressione, di libertà e di democrazia.
Giorgio Forattini

Nettuno su whatsapp è un pò improbabile ;)

Brolo – Sequestrato «lo scoglio», i cinesi interessati all’asta ultima modifica: 2015-02-08T11:58:19+01:00 da CanaleSicilia