Home Attualità Brolo – Padre Enzo: “Qui l’unica cosa di surrogata è l’umanità”

Brolo – Padre Enzo: “Qui l’unica cosa di surrogata è l’umanità”

2,936

Manifestazione Gay

Chiedo scusa ai lettori se l’immagine suscita turbamento.

Quando l’ho visto due sere fa circolare sui social network, io mi sono sentito turbato.

Ero in dubbio se commentare o no. Soprattutto perché trovo sempre il filosofo di turno pronto a gridare “omofobo” per il solo fatto che si sta mettendo su questione immagini come questa o sta parlando di argomenti correlati, ma che nulla hanno a che fare con l’omofobia.

Credo piuttosto che il “silenzio sempre”, come criterio di prudenza, al solo fine di evitare discussioni, non è secondo giustizia e verità.

Conosco diverse persone omosessuali. Alcuni di loro mi hanno visto nascere e crescere. Altri li ho conosciuti da adulto. Alcuni sono amici a cui voglio un bene sincero. E questo, ovviamente, non dipende dal loro orientamento sessuale, né dalla loro professione, né dal loro aspetto fisico; dipende dalla fedeltà all’amicizia.

Il resto si discute, con carità e intelligenza. E in mezzo a tante “piazze” dove la bugia e l’urlo di massa coprono ogni voce, resta sempre una profonda verità: solo l’ascolto profondo e disinteressato dell’altro è la condizione per un dialogo vero e altrettanto profondo. È questo dialogo che sana le ferite della società e, spesso, anche quelle personali.

Detto questo, pongo una domanda. La foto esposta qui è tratta da uno dei tanti Gay Pride che attraversano l’Italia.

Manifestazione GayLa domanda che pongo, quindi, è: in che senso manifestazioni del genere siano rappresentative della lotta per i diritti gay? O, in questo caso, perfino una difesa degli immigrati! Ancora, le persone rappresentate nella foto, dovremmo dedurre che sono gay per il modo in cui si vestono in queste manifestazioni? Tutti i gay d’Italia si sentono veramente rappresentati da questa manifestazione? Se, no, dove sono le loro rimostranze?

Provocazioni culturali, dicono. Ognuno ha il diritto di esprimere le sue idee nel modo che crede, anche attraverso la provocazione. Non sono d’accordo. Ci sono limiti di decenza umana e questa manifestazione li ha superati, a mio avviso, di molte lunghezze. Io spero che molti gay si sentano gravemente offesi da tanta volgarità. E forse pretendo troppo, ma mi sentirei orgoglioso di questi amici miei se una volta tanto si sollevassero contro tanta sporcizia morale.

Se è vero che l’omofobia è un problema, è anche vero che vi sono persone con altre visioni, con nessuna intenzione di discriminare, che non smetteranno per questo di voler loro bene. Il resto, come ho detto, si discute.

Ancora una domanda. Il diritto alla paternità/maternità surrogata, è a questi individui della foto che lo Stato dovrebbe riconoscerlo? Sono questi individui che darebbero amore sincero ai bambini che crescono alla loro ombra?

Qui l’unica cosa di surrogata è l’umanità.

Padre Enzo Caruso
Parroco di Brolo, Diocesi di Patti

Brolo – Padre Enzo: “Qui l’unica cosa di surrogata è l’umanità” ultima modifica: 2018-07-02T13:16:56+02:00 da CanaleSicilia