Home Manifestazioni Brolo – “Marshà Dhalia” Sicuramente il più bel momento dell’estate brolese

Brolo – “Marshà Dhalia” Sicuramente il più bel momento dell’estate brolese

699

Marshà Dhalia Brolo“Marshà Dhalia” – A Brolo si è conclusa la festa del borgo, sicuramente il più bel momento dell’estate brolese.

Successo anche per il “Fuori Tutto” sul corso.

Special guest della serata al castello è stato Mario Incudine “ma è stato un successo corale, fatto di voglia di partecipare di esserci, di fare” – dice Antonio Traviglia che ringrazia tutti quelli che  hanno collaborato.

Non si può più parlare di sperimentazione, di prove generali, di vedere se riesce. Le feste al castello di Brolo, quando l’impegno diventa professionalità, riescono bene.

E questa seconda edizione del “Marshà Dhalia” è stato un successo.

E senza voler levare nulla alle altre manifestazioni, certamente è da annoverare come la più bella inizitiva dell’estate brolese, e forse anche – spingendosi più in là – tra le più partecipate e  splendide del comprensorio.

C’era tutto, arte, musica, artisti, e sopratutto il “Borgo”che prende più coscienza del suo valore, sia di contenitore che di attrattore.

Prendono coscienza le “donne” del borgo, che finalmente escono dal guscio e preparano cibi e bevande, le vendono, le barattono, le offrono, investono su quello che potrebbe essere una futura professione.

Marshà Dhalia BroloSi vede un borgo che sia pure lentamente vuole crederci.

Certo non bastano i tanto denigrati forum, le iniziative, i convegni, ma anche questi hanno fatto, contributo ad aprire gli occhi, allargare gli orizzonti, dare spunti di riflessione. Punto.

E la strada, comunque, è ancora in salita, bisogna investire, crescere,  avere obiettivi, termini, scadenze, ma trovare investimenti, fondi, forse altre “teste”, essere meno sordi, meno ciechi, più lungimiranti, come si leggeva su “il sole 24 ore” di qualche giorno fa avere progetti e progettualità concrete, serene, serie.

Tornando alla “festa”…

Un successo che rende fieri e più motivati ancora sulla strada da seguire i consiglieri comunali che tanto si sono spesi, lavorandoci sodo, Antonio Traviglia, Nunziatina Mirenda, Cono  Condipodero, e sopratutto, come sottolinea lo stesso Antonio, Maria di Luca Lutupitto – volto emergente nelle strategie turistiche del paese –  ottimizzatrice dei rapporti tra commercianti e gente del borgo, tra musicisti e turisti invitati, con i bus navetta ad esserci anche loro nell’ottica del progetto “ sei motivi per scoprire Brolo” voluto dal nuovo Forum dei commercianti.

Marshà Dhalia BroloOttimo l’apporto logistico dell’Ufficio Turistico, dice sempre Antonio Traviglia – punto di raccordo e snodo di riferimento di tanti e delle associazioni che hanno collaborato, sia con i singoli che coralmente.

Ma la festa ha visto coinvolti vigili, carabinieri, addetti alle pulizie, elettricisti, giardinieri, trasportatori, un lavoro d’assieme, importante, spesso dietro le quinte, nascosto e oscuro.. ma determinante, dove ognuno ha fatto la sua parte… e qui è il caso di dirlo, gli assenti hanno sempre torto.

Gli scatti di ieri sera – una lunga carrellata – servono, ma non bastano, per rendere la “magia” vissuta al borgo brolese; domenica sera, dove si è bissato il successo del serata precedente, si è ascoltata della splendida musica quella di Marcella Nigro, Anita Vitale, Rita Collura, della band di Marco Corrao e di quella di Mario Incudine,ed ancora  Linda Armetta e Giancarlo Guerrieri.

Un borgo vivo con artisti e artigiani, i quadri con le pezze di stoffa, i gioielli, le pietre, ed ancora ricami, ori antichi, pezzi di vecchi mestieri (nel dettaglio:le orlandine Nadia Condoluci – lavorazione uncinetto e Giusy Abate – bigiotteria e accessori;  Mariella Di Miceli Mariella di Gioiosa Marea – riuso plastica, carta ecc…; le santagatesi Cristina Di Giovanna Cristina – Pietre dipinte; Tizana Miceli – Lavorazione fimo e swaroski e Melina Tricoli – quadri e bigiotteria con stoffe riciclate e la pattese Sabrina Pocorobba – decorazione legno saponi ed altro), mentre Maria ed i suoi tarocchi, arroccata su quello che era l’ingresso della vecchia cassa dei Ferrisi, attraeva e incuriosiva con i suoi “matti”  le donne di spada, e gli impiccati che affioravano e svanivano nei fiumi di parole tra passato e futuro.

Una festa dove c’è stato spazio per l’omaggio a Vincenzo Consolo, con le letture di Antonellina Nieri tratte da Retablo e Giochi di fuoco Ma la festa del borgo  avrà come icona, per quest’edizione, certamente lui, Mario Incudine e la sua band, che al pari degli altri artisti, di fatto, sono venuti a Brolo, a costo zero, alcuni rinunciando pure al rimborso spese, per il piacere di esserci.

Marshà Dhalia BroloSul corso brolese, intanto, sino a notte inoltrata, era l’una passata, la gente ha colto l’occasione per fare affari in quel “FuoriTutto” venuto fuori dal Forum dei Commerciati.

E’ stato il momento delle grandi occasioni – anche con lo sguardo “retrò” sulle sorprese dei vecchi magazzini – che si sono uniti e raddoppiata la convenienza con le liquidazioni di fine stagione.

E mentre il  corso brolese diventa un grande bar per food “scontanti” e cocktail da degustare tra intrattenimento musicale e animazione per i bambini – ma anche “insalate” di anguria per i più golosi, i negozianti, dice Nino Bruno, tra gli animatori del forum, hanno fatto tutti  buoni affari “ una proposta intelligente, necessaria in questo periodo, andata perfettamente a segno”.

Peccato che non tutti abbiano aderito a quest’iniziativa. E per chiudere, e non per ordine di importanza, tra le due manifestazioni, sul corso e nel borgo, in pizza Roma, tratto d’unione, c’erano i “pupi Siciliani”, le storie di Orlando e dei paladini – un pezzo di storia di Sicilia.

Seguitissimo lo spettacolo condotto dalla famiglia Gargano di Messina sotto una luna, ormai non più piena, ma irradiante e splendida che sorrideva ad un borgo che vuole rinascere.

Per chi ama la buona musica siciliana arricchita da contaminazioni mediterranee l’appuntamento a Brolo è il 31 agosto, con la seconda serata Musikula Festival – che a causa delle avverse condizioni meteorologiche era saltata – suoneranno  GIANCARLO PARISI &nsamble in TAROCCHI SICILIANI (voce ANTONIO SMIRIGLIA) e SCIROCCU – voci e suoni del mediterraneo.

Ufficio stampa
Comune di Brolo

Brolo – “Marshà Dhalia” Sicuramente il più bel momento dell’estate brolese ultima modifica: 2013-08-26T12:43:45+02:00 da CanaleSicilia