Home Politica Brolo – Ricciardello: «Non un dissesto bis ma una conseguenza di quanto ereditato»

Brolo – Ricciardello: «Non un dissesto bis ma una conseguenza di quanto ereditato»

2,803

di Maria Cristina Miragliotta – Con 8 voti favorevoli e i 2 contrari dei consiglieri di minoranza Agnello e Ricciardo, il Consiglio Comunale di Brolo approva il dissesto finanziario dell’Ente relativo all’anno 2013.

Dopo il dissesto approvato nel febbraio 2015 e riguardante i conti dell’Ente al 31/12/2012, oggi arriva un nuovo default sulla gestione contabile del 2013.

Un dissesto già paventato a settembre scorso, quando in Consiglio Comunale fu approvato il rendiconto 2013 che presentava un disavanzo di 3.554.641,42 euro. Una somma alla quale oggi vanno ad aggiungersi altre passività per 2.255.120,46 euro per un disavanzo totale di 5 milioni e 800 mila euro. Un atto quindi dovuto, obbligato, dettato dai numeri, ha ribadito in aula l’assessore Scaffidi Lallaro.

Il sindaco, nel suo intervento sottolinea “che la dichiarazione di dissesto non sia un atto politico è un discorso che in questa e in altre sedi è stato già discusso e acclarato senza se e senza ma. Oggi siamo qui per mettere un punto definitivo, un taglio netto con il passato, per recidere definitivamente il cordone che lega questo Comune alle conseguenze di un passato che lo ha devastato”.

Di opinione opposta Ada Agnello, esponente del gruppo di minoranza “Per Brolo” che imputa il nuovo dissesto ad una “vera effettiva totale incapacità della gestione della cosa pubblica” da parte degli attuali amministratori.

Brolo – Ricciardello: «Non un dissesto bis ma una conseguenza di quanto ereditato» ultima modifica: 2017-03-30T22:51:37+02:00 da CanaleSicilia