Home Politica Basilio Scaffidi – Il diritto allo studio non è merce elettorale

Basilio Scaffidi – Il diritto allo studio non è merce elettorale

616

Basilio ScaffidiDENUNCE – Il diritto allo studio non è merce elettorale.

A farla, lanciando un grido d’allarme è Basilio Scaffidi, candidato sindaco con la lista “CambiaMenti”.

La denuncia, stamani, parte da riferimenti precisi ed è esplicita.

“In queste ore arrivano messaggi che invitano a riscuotere le “Borse di Studio” maturate negli anni passati. – Afferma Basilio Scaffidi – si promettono rimborsi libri e si fa anche di più.

Io dico che il diritto allo studio è sacro, e non può essere barattato per una manciata di voti.

Affondando il dito del ricatto dentro gli stadi di bisogno dlele famiglia più a rischio, quelle più povere.

Io denuncio questo sistema marcio della ricerca del consenso.

Io avverto i cittadini di fare la differenza tra il “favore” e quanto “gli è dovuto per legge”.

Io darò loro  – da sindaco – tutto quanto è dovuto, necessario, legittimo e legale.

Quello che non può essere spacciato per “cortesia” e per “favore”, è una logica  medievale, stantia, antica, offensiva, che non mi tocca.

Questa è la differenza tra me, il mio gruppo, la mia squadra e “loro”.

Cambiare la storia di questo paese si può.

Con un  gesto adulto, serio, consapevole.

Non votando il vecchio sistema.

Io – scrive sempre Basilio Scaffidi – denuncio questo perchè ora ho prove e testimonianze, gli sms, so di telefonate, di “passa parola” ignobili.

“Ti dò, ti faccio avere, e tu mi voti”.

Invito il Commissario Straordinario che regge la vita amministrativa di questo paese e il Segrertario Comuanle a vigiliare, a fare attenzione, ad impedire e evitare che figuri del passato circolino per i corridoi del comune spacciandosi per quello che non sono.

Questo è  millantato credito”.

Basilio Scaffidi

Basilio Scaffidi – Il diritto allo studio non è merce elettorale ultima modifica: 2014-05-16T16:46:14+02:00 da CanaleSicilia