Home Attualità Barcellona “Salvi gli uffici postali di Gala e Portosalvo”

Barcellona “Salvi gli uffici postali di Gala e Portosalvo”

1,268

Barcellona "Salvi gli uffici postali di Gala e Portosalvo"Nei mesi scorsi si era diffusa la notizia che Poste Italiane avesse programmato la chiusura degli uffici postali di Gala e Portosalvo, giacché gli stessi non riuscivano ad assicurare il raggiungimento degli standard aziendali di economicità.

In quel frangente l’Amministrazione comunale si era immediatamente attivata, mediante contatti informali con i dirigenti di Poste Italiane e con una lettera a firma del Sindaco, D.ssa Maria Teresa Collica, e del Vice Sindaco, Dr. Giuseppe Saija, per sollecitare l’Azienda a recedere dal paventato proposito, evidenziando la primaria funzione sociale che tali sportelli postali svolgono nelle frazioni collinari, periferiche rispetto al centro urbano.

L’Amministrazione ha sottolineato all’Azienda come, per apprezzare la funzione di taluni servizi fondamentali, non si possa considerare esclusivamente il rapporto costi/ricavi – muovendosi dunque in una logica meramente aziendalistica – ma vada fatto un più attento bilancio sociale del servizio reso, che tenga conto, allo stesso tempo, della morfologia del territorio servito e dei collegamenti con le aree maggiormente inurbate e delle caratteristiche della popolazione residente (es., prevalenza di anziani).

L’Amministrazione ha anche manifestato ampia disponibilità alla collaborazione con Poste Italiane per trovare, comunque, ogni possibile intesa sinergica funzionale a scongiurare la chiusura degli sportelli in questione.

Il risultato é arrivato.

Il nuovo piano di interventi e razionalizzazioni proposto da Poste Italiane ed approvato con le OO.SS. il 31.10.2012 – piano che prevede la chiusura nella Regione di ben 40 uffici postali – non prevede la paventata chiusura dei due sportelli di Gala e Portosalvo, come richiesto dall’Amministrazione comunale e sperato dai cittadini.

Barcellona “Salvi gli uffici postali di Gala e Portosalvo” ultima modifica: 2012-11-08T16:32:28+01:00 da CanaleSicilia