Home Cronaca Attentato Antoci – «Il mio grazie alla Polizia di Stato per avermi salvato la vita»

Attentato Antoci – «Il mio grazie alla Polizia di Stato per avermi salvato la vita»

1,476

Giuseppe AntociGiuseppe Antoci, presidente del Parco dei Nebrodi vittima di un vile attentato.

Grave atto intimidatorio ai danni del Presidente del Parco dei Nebrodi, Dr. Giuseppe Antoci, fortunatamente rimasto illeso, la cui autovettura è stata attinta da alcuni colpi di arma da fuoco di grosso calibro, mentre rientrava verso la propria abitazione.

Soltanto la pronta reazione del personale di scorta ha evitato che l’episodio potesse assumere conseguenze più gravi. Indaga La Polizia di Stato con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Messina.

Il Presidente, dopo un primo controllo in ospedale, è stato immediatamente dimesso, è illeso e sta bene.

I messaggi di solidarietà:

 

Vile e vergognoso attacco quello subito stanotte dal Presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci e dalla sua scorta. Piena solidarietà e vicinanza ad un uomo che quotidianamente si impegna per il rispetto della legalità e per una “vera” crescita del nostro territorio.

Eduardo Spinella
Sindaco di Gioiosa Marea

— // —

“Nel giorno della nascita di Giovanni Falcone è giunta la notizia del vile attentato al presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci. Siamo a lui vicini ed agli uomini della sua scorta che, con grandi meriti, hanno fatto scudo a chi coraggiosamente guida al meglio l’istituzione che rappresenta. Siamo quindi al fianco del Presidente Antoci ed alle battaglie per la giustizia e la legalità in un territorio che ha bisogno di tanti uomini coraggiosi come lui”.

Lo afferma il capogruppo all’Ars del Pdr-Sicilia Futura on. Beppe Picciolo, ricordando come “nella circostanza abbia rappresentato un valore aggiunto, per evitare una nuova strage, la presenza delle due macchine della scorta, una misura importantissima che deve fare riflettere quanti ancora oggi prendono sottogamba il problema della sicurezza di coloro che rappresentano le istituzioni”.

On. Beppe Picciolo  

— // —

CARO PRESIDENTE,
a nome mio personale, dell’Amministrazione comunale e dell’intera comunità ficarrese desidero esprimerti, assieme alla condanna più vile e netta per il grave attentato a cui sei stato soggetto, la vicinanza e la solidarietà nei tuoi confronti, invitandoti a non abbassare la guardia per il progresso civile del nostro comprensorio. Ti siamo accanto, un forte abbraccio.

Basilio Ridolfo
Sindaco Ficarra

— // —

“Sono profondamente turbato per il grave atto intimidatorio nei confronti del Presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, cui va la mia piena solidarietà e vicinanza”.

Lo afferma il Senatore Bruno Mancuso (Ap). “Tutta la stima, il plauso ed il ringraziamento vanno agli uomini della scorta, agli agenti della Polizia di Stato ed al dirigente del commissariato di Sant’Agata Militello – prosegue Mancuso – che con il loro intervento sono riusciti ad evitare quella che poteva essere una tragedia. Atti come questi ci fanno riflettere su quanto sia ancora lunga e dura la strada per affermare appieno la legalità ed il rispetto delle leggi, soprattutto in territori difficili e periferici come quello dei Nebrodi.

Lo Stato – conclude Mancuso – negli ultimi tempi ha messo a segno importanti colpi ai danni della criminalità  organizzata in varie parti d’Italia e sono certo che anche nei Nebrodi saprà dare le giuste risposte con azioni puntuali e mirate a garanzia di tutti i cittadini onesti”.

Bruno Mancuso
Senatore della Repubblica

— // —

Solidarietà e vicinanza al presidente del Parco dei Nebrodi esprimono attraverso una nota congiunta il parlamentari messinesi Ncd, Enzo Garofalo e Nino Germanà. “Un agguato mafioso nella nostra Sicilia, oggi più che mai, è uno squarcio al petto di una terra che da anni ormai urla e si ribella contro la prepotenza di un sistema che non può trovare spazio nella nostra Isola. Gente come Antoci è la dimostrazione vivente di questa lotta che ci accomuna tutti, in un unico fronte per la legalità”, commentano.

“Sabato a Lipari all’inaugurazione della nuova caserma dei carabinieri lo abbiamo visto emozionarsi per le parole sull’importanza della lotta alla mafia pronunciate dal Ministro dell’Interno che abbiamo già sentito telefonicamente appena appresa la sconcertante notizia”, riferiscono il senatore e i due deputati che, prontamente, si sono messi in contatto con il ministro Alfano che sta seguendo la vicenda.

“Ad Antoci, oltre alla sempre crescente stima e la riconoscenza per la serietà e severità con cui svolge il suo delicato ruolo, desideriamo manifestare solidarietà fraterna, da siciliani a siciliani; da messinesi a messinesi”, concludono.

Enzo GarofaloNino Germanà

— // —

“Sostegno e solidarietà a Giuseppe Antoci, l’agguato subito, di tipico stampo mafioso e con modalità che disegnano il chiaro intento di fermare il processo di legalità avviato, non frenerà il percorso che vuole, ad ogni costorestituire moralità e giustizia ad un territorio.”

Lo afferma il Vice Presidente della Regione Mariella Lo Bello fortementepreoccupata per il vile atto che ha coinvolto un uomo delle istituzioni impegnato in prima linea a difendere la legalità il bene comune. “Giuseppe Antoci, rappresenta per me un simbolo in termini di rettitudine e onestà, – continua Mariella Lo Bello– , per questo ho voluto proprio io proporlo alla Presidenza del parco, ponendo fine ad un lungo periodo di commissariamento. E Antoci nel suo non facile compito – afferma Lo Bello – si è subitoscontrato con la mafia, quella dei pascoli, che già nel dicembre 2014 lo aveva avvertito minacciandolo di morte insieme al Presidente Crocetta. Quella stessa mafia che non ha gradito, continua a non accettare, e questa volta voleva passare alle vie di fatto. Antoci – conclude il Vice Presidente Lo Bello -continuerà, e noi non lo lasceremo solo. Abbiamo tracciato un percorso di crescita che passa proprio attraverso la sconfitta della malavita organizzata. Lo porteremo avanti, insieme, con grinta e senza paura.”

Vice Presidente della Regione
Mariella Lo Bello

— // —

“Quanto accaduto questa notte è un fatto di una gravità inaudita. Esprimo pertanto vicinanza e solidarietà al presidente del Parco dei Nebrodi, dott. Giuseppe Antoci, ed alla sua scorta per l’indegno attentato di cui sono rimasti vittime. Agguato andato fortunatamente a vuoto per la pronta risposta degli agenti.

Così la parlamentare siciliana Mariella Gullo.

On. Mariella Gullo

— // —

“Appreso l’accaduto esprimo la vicinanza del Consiglio Direttivo e la mia personale affettuosa solidarietà al caro amico Giuseppe Antoci, vittima di un vile agguato mafioso nel vano tentativo di intimidirlo e fermarlo nel suo operato ricco di concreti risultati finalizzati a valorizzare l’identità della comunità del Parco dei Nebrodi , a ottimizzare la crescita della locale economia, a migliorare la qualità della vita della realtà siciliana affinché sia libera dai condizionamenti della mafia e dai parassiti della società. Un abbraccio da parte del CAS in tutte le sue componenti! Rosario Faraci Presidente”

Rosario Faraci

— // —

Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, esprime la solidarietà del Parlamento siciliano nei confronti del presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, rimasto fortunatamente illeso nel conflitto a fuoco di stanotte. “E’ un episodio inquietante – afferma – sul quale bisogna fare subito piena luce. La nostra vicinanza e stima vanno anche all’agente di scorta e ai poliziotti del Commissariato di Sant’Agata di Militello, la cui pronta reazione ha evitato una strage”.

Giovanni Ardizzone
Presidente ARS

— // —

“Un episodio gravissimo di fronte al quale Stato, istituzioni e forze politiche devono reagire con fermezza”. Lo dice Fausto Raciti, segretario regionale del Partito Democratico, a proposito dell’agguato a Giuseppe Antoci, presidente del Parco dei Nebrodi. “Ad Antoci va la solidarietà mia personale e del PD siciliano – aggiunge Raciti – alle forze dell’ordine va il nostro plauso per avere agito con prontezza e professionalità”.

Fausto Raciti

— // —

Il coordinatore regionale di Libera Sicilia, Gregorio Porcaro, esprime piena solidarietà al presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, vittima di un grave atto intimidatorio. «Il lavoro di Antoci, come il suo costante impegno per l’affermazione della legalità – afferma Porcaro – vanno inquadrati in un percorso di lotta che Libera stessa in questo momento sta intraprendendo per capire cosa succede in Sicilia. Stanno, infatti, aumentando i casi di abigeato e di allevamenti clandestini, non solo nei Nebrodi ma anche in tutto il territorio della Sicilia centrale, per esempio a Gela e Caltanissetta.

Un fenomeno che Libera sta da un po’ di tempo monitorando per riuscire a mettere in campo azioni concrete. Purtroppo, quando vengono scoperchiate pentole come quella in cui ha messo mano Antoci, la mafia si fa sentire con tutta la sua forza. L’impegno del presidente del Parco dei Nebrodi e dei suoi collaboratori più stretti deve continuare. Libera dà e darà ad Antoci tutto il suo appoggio. Siamo con lui e con il suo quotidiano impegno di legalità».

Gregorio Porcaro

— // —

L’ On. Maria Greco, parlamentare ennese del Pd e componente della Commissione Giustizia, esprime la propria vicinanza umana e politica al Presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, dopo l’ atto intimidatorio di cui è stato vittima.

“Un’ atto vile della criminalità organizzata per intimidire la società civile e le istituzioni in prima linea nella lotta contro la criminalità – ha detto l’ On. Maria Greco – nell’ esprimere piena vicinanza al presidente Antoci mi auguro che tutti coloro che hanno responsabilità nelle istituzioni, nella politica, nell’ economia, ma anche la società civile, con impegno e forte determinazione e a tutti i livelli incoraggino e sostengano chi si batte quotidianamente per la legalità e lo sviluppo del territorio.”

On. Maria Greco

— // —

Ieri sera ho sentito il dovere istituzionale di partecipare al consiglio comunale straordinario, convocato a Santo Stefano di Camastra per l’attentato al presidente del parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, per esprimere in quella sede al presidente Antoci la mia personale solidarietà, dell’amministrazione comunale e di tutta la comunità brolese.

La presenza di tantissime fasce tricolore e di rappresentanti istituzionali di tutti i livelli è la fotografia della nostra Sicilia orgogliosa che non accetta più di piegarsi dinnanzi a queste vigliaccherie e della Sicilia vera operosa che non vuole sottrarre neanche un giorno a quel processo di sviluppo e di legalità pagato col sangue di tanti eroi.

Irene Ricciardello
Sindaco di Brolo

— // —

Un agguato vile e spregiudicato che non deve rimanere impunito. Così, il Presidente della Commissione Attività Produttive all’Ars commenta l’agguato contro il presidente dell’Ente Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci. Laccoto si congratula con “gli uomini del Commissariato di Polizia di Sant’Agata Militello per l’azione coraggiosa che ha consentito di sventare l’attentato” e auspica “un’azione forte e determinata da parte delle istituzioni politiche a tutela e sostegno dell’azione di legalità condotta da Antoci sui Nebrodi”

On. Giuseppe Laccoto

— // —

L’intera amministrazione comunale di Piraino esprime massima solidarietà e vicinanza al Presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, ed alla scorta per il vile attentato subìto. Restiamo accanto al Presidente Antoci ed alla sua quotidiana battaglia per la legalità e lo sviluppo del nostro territorio libero dai condizionamenti della malavita organizzata.

Gina Maniaci
Sindaco di Piraino

— // —

“Esprimo la mia piena solidarietà al presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, vittima di un gravissimo agguato di fronte al quale serve una risposta ferma dello Stato e delle istituzioni, che devono sostenere concretamente ogni azione di legalità in un territorio complesso come quello dei Nebrodi”. Lo dice Filippo Panarello, parlamentare regionale del PD, che esprime “un plauso alle forze dell’ordine per il loro intervento”.

On. Filippo Panarello

Attentato Antoci – «Il mio grazie alla Polizia di Stato per avermi salvato la vita» ultima modifica: 2016-05-18T09:51:40+02:00 da CanaleSicilia