Home Sport Andrea Nucita e Marco Vozzo, Hyundai I20 R5, vincono la 102^Targa Florio

Andrea Nucita e Marco Vozzo, Hyundai I20 R5, vincono la 102^Targa Florio

1,972

La lunga giornata odierna ha emesso i verdetti definitivi della terza prova del Campionato Italiano Rally. Secondi assoluti sono Paolo Andreucci ed Anna Andreussi con la Peugeot 208 T16. Terzo posto nella gara siciliana per Umberto Scandola e Guido D’Amore, Skoda Fabia R5.

Andrea Nucita

Primo classificato Andrea Nucita e Marco Vozzo

Palermo, Sabato 5 maggio 2018 – Dopo otto anni dall’ultimo successo di un pilota siciliano, Andrea Nucita, in coppia con Marco Vozzo su una Hyundai I20 R5 conquista la Targa Florio, gara amata dai siciliani ma anche patrimonio universale del motorismo sportivo.

Il pilota di Santa Teresa di Riva in provincia di Messina ha ancora una volta dato un saggio delle sue grandi qualità, mettendo dietro tutti i pretendenti al titolo tricolore, impegnati nel terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally. 

Bella e combattuta la gara, organizzata dall’Automobile Club di Palermo in collaborazione con Automobile Club d’Italia, che alla fine ha comunque premiato sicuramente il miglior pilota, quello capace di interpretare al meglio i continui cambiamenti di fondo e di condizioni climatiche, ma anche quello più in palla. Insomma, con un Nucita così sarebbe stato difficile per tutti, anche a ranghi completi, tenerlo dietro.  Ma tra chi esce sicuramente soddisfatto dalla gara siciliana, c’è anche Paolo Andreucci, con Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, che con il secondo posto ha saputo cogliere un importante risultato ai fini della corsa allo scudetto. Non essendo infatti Nucita iscritto alla serie, Paolo Andreucci, secondo al traguardo, ha preceduto tutti gli altri piloti impegnati nelle rincorsa al tricolore, approfittandosi anche dei due ritiri pesanti, quelli di Simone Campedelli, Ford Fiesta R5 Orange 1 Racing, uscito di strada quando battagliava per la prima posizione, e di Andrea Crugnola, Fiesta R5 di Ford Racing Italia, fermo per la rottura del mozzo di una ruota. Due ritiri che comunque hanno anche un po’ condizionato la gara con Andreucci che nell’ultima parte ha forse ragionato più in funzione campionato, non tentando fino in fondo di andare a prende l’avversario che lo precedeva. Con buoni riscontri, escono dalla Targa anche Umberto Scandola e Guido D’ Amore, in sella alla loro Skoda Fabia R5, che hanno ottenuto un ottimo terzo posto, facendo nel contempo chilometri ed esperienze con le nuove coperture DMACK.

Paolo Andreucci

Secondo classificato Paolo Andreucci ed Anna Andreussi

Altre prestazioni di assoluto rilievo, sono state quelle del siciliano Toto’ Riolo con la Skoda Fabia R5, finito quarto assoluto, quella del toscano Luca Panzani, Ford Fiesta Evo II, addirittura primo assoluto dopo due prove e alla fine quinto assoluto e vincitore del terzo appuntamento valido per il CIRA. Molto buona anche la gara del reggiano Antonio Rusce, anche lui primo in due dei tratti cronometrati più difficili per le condizioni del fondo e, un ottimo risultato anche per le Skoda Fabia R5 di Rudy Michelini e di Giacomo Scattolon. Il driver vogherese in particolare è stato autore del miglior tempo proprio sulle ultime due speciali del rally siciliano. Rientrano nella top ten della Targa, anche il molisano Giuseppe Testa con la Ford Fiesta R5 e il siciliano Marco Pollara, ottimo decimo assoluto al termine di una gara un po’ sfortunata per problemi all’idroguida della sua Peugeot.

Una bella battaglia sulle strade siciliane si è combattuta anche tra il leader del tricolore Junior Tommaso Ciuffi e Damiano De Tommaso, entrambi portacolori dell’ACI Team Italia ed entrambi su Peugeot 208 R2B, dove proprio sul finire della gara il varesino di Peugeot Junior Team è riuscito a sorpassare il pilota fiorentino, a lungo al comando della classifica e, poi rallentato proprio sul finale da un testacoda. Terzo tra gli iscritti allo Junior il piacentino Andrea Mazzocchi, anche lui Peugeot 208 R2B.

Umberto Scandola

Terzo classificato Umberto Scandola e Guido D’Amore

Lotta serrata anche tra le vetture di classe R1, in lotta per il campionato e per il trofeo monomarca Suzuki Rally Trophy, dove a vincere è stato Giorgio Cogni insieme a Gabriele Zanni. Il giovane piacentino ha chiuso davanti alle Swift del savonese Fabio Poggio e il veneto Andrea Scalzotto, autori di ottimi tempi in prova. Porta fino in fondo la trasferta siciliana la DR1 del team ASD LM Motorsport Racing di Marco Limoncelli e Antonio Manganella iscritti al tricolore R1.

CLASSIFICA ASSOLUTA 102^TARGA FLORIO: 1. Nucita-Vozzo (Hyundai I20 R5) in 1:37’40.7;2. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) a 19.2; 3. Scandola-D’Amore (Skoda Fabia R5) a 52.4; 4. Riolo-Rappa (Skoda Fabia R5) a 1’33.1; 5. Panzani-Pinelli (Ford Fiesta Evo II) a 1’46.21; 6. Rusce-Farnocchia (Ford Fiesta R5) a 2’24.0; 7.Scattolon-Zanini (Skoda Fabia R5) a 2’10.9; 8.Michelini-Castiglioni (Skoda Fabia R5) a 2’20.9; 9. Testa-Bizzocchi (Ford Fiesta R5) a 3’14.3; 10.Pollara-Princiotto (Peugeot 208 T16 R5) a 4’48.3

CIR ASSOLUTO: Andreucci 42 punti; Scandola 20; Campedelli 22; Crugnola 17.

CIR ASFALTO: Crugnola 30; Panzani 27; Michelini 18; Rusce 12; Scattolon 10.

CIR COSTRUTTORI: Peugeot 43; Ford 38; Skoda 34.

CIR JUNIOR: Ciuffi 27; De Tommaso 25; Mazzocchi 22.

Andrea Nucita e Marco Vozzo, Hyundai I20 R5, vincono la 102^Targa Florio ultima modifica: 2018-05-05T23:12:10+02:00 da CanaleSicilia