Home Manifestazioni Al via “Ballar√≤ tra storia, cultura, tradizioni e linguaggi di strada”

Al via “Ballar√≤ tra storia, cultura, tradizioni e linguaggi di strada”

496

Giorgio Di FedeL’inaugurazione a casa Professa venerd√¨ 4 maggio.

Palermo – Prende il via¬†venerd√¨ 4 maggio, nell’atrio “Paolo Borsellino” della Biblioteca Comunale di Casa Professa, “Ballar√≤ tra storia, cultura, tradizioni e linguaggi di strada”. Un progetto promosso dall’associazione “Officina Ballar√≤”, che per tutta l’estate trasformer√† il popolare quartiere palermitano in una galleria d’arte a cielo aperto, ospitando artisti pronti a raccontare il loro modo di vedere questa zona del centro storico con i loro tanti talenti.

Veramente numerosi gli eventi, aperti alla citt√†, che consentiranno di¬†respirare arte a 360 gradi¬†e, utilizzando i pi√Ļ diversi linguaggi espressivi, rivitalizzare alcuni¬†siti degradati di Ballar√≤, recuperando e dando visibilit√† a spazi e prodotti culturali spesso di nicchia che rappresentano l‚Äôanima stessa del capoluogo siciliano.

Tanti anche gli eventi della giornata di inaugurazione. Il via alle danze sar√† dato alle 18, nell‚Äôatrio “Paolo Borsellino”,¬†dal concerto di “Ranieri Schicchi and Surfing notes‚ÄĚ (Ranieri Schicchi, pianoforte; Bernardo Viviano, chitarra; Rosario Tarantolo, basso; Sergio Cal√¨, batteria).

Nello stesso spazio si potr√† ammirare la ¬†mostra pittorica “Locus Arte e Cultura” dei maestri¬†Stefano Donato e Filippo Lo Iacono.

Nell‚Äôattiguo¬†lavatoio medievale, invece, ecco la mostra fotografica “Palermo di luce e d’ombra” di¬†Giorgio Di Fede.

Spostandosi nella¬†Chiesa dei ‚ÄúSS. Crispino e Crispiniano‚Ä̬†si potr√† sognare con gli abiti di¬†Filippo Cal√¨¬†con la mostra “Il Gattopardo sfila a Ballar√≤”. Insieme a lui le opere pittoriche di¬†Salvatore Napolitano¬†e delle sue “Raffinate Libert√†”.

Contestualmente, facendosi rapire dalle creazioni di stile di questi due artisti, si potranno ammirare i gioielli della ‚ÄúVia Corallai di Montecarlo”, espressione della tradizione dei corallai trapanesi.

Tutte le esposizioni si potranno visitare sino al 30 maggio (dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 13.30; il mercoledì dalle 8.30 alle 17.30).

Il progetto fa parte del ricco cartello di eventi di “Palermo Capitale Italiana della Cultura” e ha il patrocinio, tra i tanti, di: Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo, Fondazione Federico II, Confartigianato, Sistema Bibliotecario Spazi Etnoantropologici e Archivio cittadino, Unipa2018, Universit√† degli Studi di Palermo, Palazzo Bonocore.

Al via “Ballar√≤ tra storia, cultura, tradizioni e linguaggi di strada” ultima modifica: 2018-05-02T12:30:14+02:00 da CanaleSicilia